Raoul Bova in mostra alla Triennale

di Laura Frigerio 

Il cortometraggio Graffiti, prodotto e interpretato dall'attore, è stato inserito nella mostra Il mondo che vorrei che vede la Triennale di Milano tappezzata di lenzuola, simbolo della lotta alla mafia

Laura Frigerio

Laura Frigerio

ContributorLeggi tutti

Sono passati esattamente vent'anni dalle stragi di Capaci e di Via D'Amelio a Palermo, in cui persero la vita i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

In occasione di questo triste anniversario è stata organizzata, alla Triennale di Milano (da Mediafriends insieme alla Fondazione Giovanni e Francesca Falcone), la mostra Il mondo che vorrei che espone 200 lenzuola dipinte dagli studenti italiani contro la mafia e per promuovere la legalità.

Ad arricchire la mostra anche un cortometraggio, trasmesso in loop come se fosse un'installazione, dal titolo Graffiti. Firmato da Alexis Sweet, è interpretato da Raoul Bova e da lui stesso prodotto, insieme alla moglie Chiara Giordano.

«Alla domanda 'Il mondo che vorrei' ho subito immaginato mille colori, mille amori, mille cuori e abbracci» - ha dichiarato l'attore - «La cosa veramente importante è divenire ognuno di noi portatori di un messaggio nuovo e che nasca dal cuore».

Il corto racconta la storia di quattro ragazzi (interpretati da Nadir Caselli, Lorenzo De Angelis, Linda Messerklinger e Tommaso Ramenghi) che, delusi dalla vita, si trovano di fronte a un bivio: scegliere un percorso fatto di illegalità o combattere per cercare di cambiare il mondo? Inutile dire che sceglieranno la seconda via.

«Graffiti è una testimonianza video, dove sono protagonisti i giovani con le loro paure, ingiustizie, violenze e tutte le pressioni negative che purtroppo troppo spesso accompagnano l'ingresso nella vita» - continua Raoul - «Un modo per raccontare e raccontarci con un messaggio di speranza, simboleggiato da un alto muro grigio che pian piano si riempie di colori! I colori dei nostri sogni!»

La mostra si terrà dall'8 al 27 Maggio.

DA STYLE.IT

  • Mamma

    Raoul Bova papà e gentiluomo

    Al cinema Buongiorno papà, l'ultimo film di Edoardo Leo con Raoul Bova nei panni di un single ricco e spensierato che si ritrova di colpo a fare il papà. Un bel giorno alla sua porta suona Layla e la sua vita cambia per sempre

  • Star

    "Buongiorno papà", la parola al cast

    Buongiorno papà, secondo lavoro di regia di Edoardo Leo, esce nelle sale il 14 marzo. Ecco le impressioni su film e cast di Raoul Bova, Edoardo Leo, Marco Giallini, Nicole Grimaudo e Rosabell Laurenti Sellers


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it