Chime for Change: è tempo di cambiare musica con Laura Pausini e Beyoncé

di Marion Vague 

Un grande evento live creato per supportare Chime for Change, la campagna globale voluta da Gucci per le donne di tutto il mondo. Saranno tantissimi gli artisti a esibirsi a Londra sabato 1 giugno: Beyoncé, Laura Pausini, Ellie Gouldin, Florence+the Machine, John Legend, Rita Ora, Timbaland e molti altri. I biglietti saranno disponibili online dalle ore 9.00 di mercoledì 27 marzo

Marion Vague

Marion Vague

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Chime for Change, campagna globale voluta da Gucci e pensata dalle donne per le donne, vuole davvero che "la musica" cambi e, per questo, organizza un evento musicale live che sarà trasmesso in tutto il mondo.
The Sound Of Change Live
si terrà al Twickenham Stadium di Londra, il prossimo 1mo giugno. L'evento è stato presentato alla stampa ieri, 26 marzo, con una conferenza tenutasi al Soho Hotel cui hanno preso parte molti dei nomi celebri che si sono fatti coinvolgere con slancio dall'iniziativa.

Perché un concerto? Per dare voce alle donne.
«Il nostro scopo è chiedere che le cose cambino per le bambine e le donne di tutto il mondo e lo faremo ad alta voce, quanto più alta possibile», ha dichiarato Beyoncé Knowles, direttore artistico del concerto e cofondatrice del progetto Chime for Change insieme a Frida Giannini e Salma Hayek.

Beyoncé si esibirà sul palco del Twickenham insieme ad altri artisti e ospiti tra cui spicca un grande nome della musica italiana: Laura Pausini.
La cantante, da sempre attenta alle tematiche sociali soprattutto femminili, è stata tra i primi artisti contattati e ha aderito con entusiasmo all'iniziativa: «Sono una donna e da sempre credo nella forza delle donne e nelle nostre infinite possibilità. Far parte di un progetto come Chime for Change per me è un onore e un'occasione per far sentire la mia voce insieme a quella di grandi artisti internazionali».
Laura Pausini, da poco diventata mamma, si sente particolarmente toccata dallo spirito che muove e anima Chime for Change, tanto da dichiarare di sentire «la responsabilità di fare qualcosa di concreto per le generazioni future».

Oltre alle due artiste si esibiranno voci del calibro di John Legend, Ellie Gouldin, Florence+the machine, HAIM, Iggy Azalea, Rita Ora, Timbaland e molti altri.
Per essere aggiornati su tutti gli artisti che saranno presenti on stage è possibile consultare un'apposita area del sito Chime for Change dedicata all'evento.

Gucci, brand partner di Chime for Change, da sempre attento alle tematiche sociali, sosterrà il concerto (organizzato da Control Room e promosso da Harvey Goldsmith) e devolverà l'intero ricavato dalla vendita dei biglietti a sostegno di progetti mirati finalizzati a un cambiamento reale per le bambine e per le donne, puntando principalmente al campo dell'istruzione, della salute e della giutizia.
«Ci troviamo in un momento storico estremamente significativo ed è necessario un cambiamento», sostiene Frida Giannini, direttore artistico della maison Gucci, «La mia speranza è che il 1 giugno attraverso The Sound of change live si possa dare eco alle voci che rivendicano il cambiamento, così che diventino tanto forti da non poter più essere ignorate».

I biglietti per il concerto sono disponibili da oggi, 27 marzo, sul sito della campagna. Per la prima volta  gli acquirenti  potranno scegliere in prima persona di donarne l'importo a una delle organizzazioni no profit che aderiscono a Chime For Change.

The Sound of Change non è solo musica: oltre alle performance live, il concerto sarà una vera e propria piattaforma da cui trasmettere cortometraggi di storie focalizzate sulle problematiche femminili. Tra i dieci corti ideati per l'occasione uno è stato premiato con un Emmy Award e un premio Oscar. Si tratta di Humaira: The Dream Catcher, diretto dalla documentarista Sharmeen Obaid-Chinoy e proiettato durante la conferenza stampa di presentazione dell'evento tenutasi ieri.

Tanti mezzi per veicolare un solo messaggio: occorre far raccontare la propria storia anche a chi "non ha voce" e responsabilizzare la società a riguardo.

Impossibile rimanere indifferenti al giorno d'oggi per Salma Hayek: «Nell'era dell'informazione nessuno può essere uno spettatore disinteressato» ha dichiarato l'attrice, cofondatrice di Chime for change, «La tecnologia ci connette come mai prima d'ora. Abbiamo l'opportunità e la responsabilità di fare qualcosa. Non è solo ciò che sappiamo che ci definisce ma anche quello che facciamo, è questa la filosofia di Chime for change».

>> CHIME FOR CHANGE BY GUCCI: FRIDA GIANNINI, SALMA HAYEK E BEYONCE PER LA FORZA DELLE DONNE

> PIU' SPETTACOLI
> PIU' STAR


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it