È morta Franca Rame

di Marion Vague 

L'attrice, grande interprete teatrale e compagna di Dario Fo, è scomparsa all'età di 84 anni dopo una lunga malattia

Marion Vague

Marion Vague

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Oggi il mondo dello spettacolo e l'Italia intera piangono la scomparsa di Franca Rame, celebre attrice teatrale e moglie di Dario Fo. La grande interprete è morta questa mattina nella sua casa di Porta Romana, a Milano. Inutili i tentativi del 118 di rianimarla: i soccorritori non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Franca Rame era stata colpita da un ictus nell'aprile dello scorso anno ed era malata da tempo.

Nata a Parabiago nel 1929, ha calcato i palcoscenici sin da bambina e da allora il teatro non l'ha più abbandonata. Figlia d'arte, il padre Domenico Rame era un attore da generazioni, è stata impiegata sin da subito per i ruoli da neonata nelle commedie allestite dalla compagnia del giro familiare.

Nei primi anni '50 decide di cimentarsi nel genere del teatro di rivista e nel 1951 viene scritturata per lo spettacolo Ghe pensi mi di Marcello Marchesi, in scena al Teatro Olimpia di Milano. Pochi anni dopo, nel 1954, sposa Dario Fo, compagno di palcoscenico e di vita, con cui porta avanti uno dei sodalizi artistici più rappresentativi del teatro italiano. Tre anni dopo la nascita del figlio Jacopo (1955), infatti, la coppia fonda la Compagnia Dario Fo-Franca Rame che otterrà di lì a poco un enorme successo.

Abbracciato negli anni seguenti l'ideale sessantottino, Franca Rame fonda il collettivo Nuova Scena dal quale si separa di lì a poco per divergenze politico-ideologiche assieme al marito, con cui fonderà un nuovo gruppo, detto La Comune (impegnato in luoghi non convenzionali per lo spettacolo dal vivo come le case popolari, le fabbriche e le scuole occupate, ecc.), con cui interpreta spettacoli di satira e di controinformazione politica, come Morte accidentale di un anarchico e Non si paga! Non si paga. A partire dalla fine degli anni settanta Franca Rame prende parte al movimento femminista e inizia a interpretare testi da lei composti come Tutta casa, letto e chiesa, Grasso è bello!, La madre.

Ai grandi successi personali seguono momenti drammatici: nel marzo del 1973, l'attrice viene rapita da esponenti dell'estrema destra e subisce violenza fisica e sessuale, diventata poi oggetto de Lo stupro, del 1981. Il procedimento penale nei confronti dei colpevoli è giunto a sentenza definitiva solo dopo 25 anni: ciò ha comportato la prescrizione del reato.

Nel 1999 Franca Rame ha ricevuto la laurea honoris causa da parte dell'Università di Wolverhampton insieme a Dario Fo e negli anni a seguire intraprende un nuovo percorso politico: nel 2006 si candida capolista al Senato tra le file dell'Italia dei Valori in Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria e Piemonte, dove viene eletta Senatrice. Nello stesso anno Antonio Di Pietro la propone come Presidente della Repubblica e riceve 24 voti. Due anni dopo lascia il Senato, non condividendone gli orientamenti governativi.

Il 2009 è l'anno della sua autobiografia, Una vita all'improvvisa, scritta a quattro mani con il marito Dario Fo. La coppia, tra dicembre 2011 e marzo 2012, ha riportato in scena Mistero buffo in una serie di spettacoli nel nord Italia, ultima fatica teatrale di Franca Rame.

Il 19 aprile 2012 viene colpita da un ictus e ricoverata d'urgenza per alcuni giorni al policlinico di Milano. A distanza di poco più di un anno da quell'episodio ne piangiamo la scomparsa, ricordandone l'estro creativo, l'innegabile talento e il forte senso di devozione all'impegno civile.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

  • News

    Unioni Civili, ddl Cirinnà arriva alla Camera

    Unioni Civili, ddl Cirinnà arriva alla Camera


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it