Scemo e + scemo 2: ancora più scemi

di Guy Pizzinelli 

Tornano gli scemi per eccellenza, Harry e Lloyd, 20 anni dopo, nel sequel dei fratelli Farrelly

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Proprio 20 anni dopo il leggendario successo di Scemo e più scemo, Jim Carrey e Jeff Daniels tornano al cinema nei panni dei mitici Lloyd ed Harry per il sequel del film che fu un cult della commedia demenziale.
La nuova pellicola dei fratelli Farrelly (Tutti pazzi per Mary), riprende le avventure di Lloyd e Harry, cresciuti fisicamente ma la cui simpatica stupidità è rimasta immutata.
Il film racconta una storia che si svolge esattamente 20 anni dopo i fatti raccontati nel titolo originale.

Lloyd Christmas è da due decenni ricoverato in una clinica. È su una sedia a rotelle, non dice una parola, ha la barba lunga.
L'amico storico Harry Dunne non ha però mai smesso di andarlo a trovare. Tutti i mercoledì al suo fianco, per 20 anni. Fino a quando un giorno quello scemo di Lloyd si sveglia e si mette a ridere. Perché era tutto uno scherzo. Uno scherzo durato 20 anni. Anche se 50enni, i due ragazzacci sono così di nuovo in azione. A stravolgere la vita di entrambi una vecchia cartolina indirizzata ad Harry, con una sua ex fiamma che gli annuncia di essere incinta. Spedita 20 anni prima, la cartolina scatena la voglia di paternità dello scemo numero 2, portando i matti a compiere un viaggio lungo il Paese per ritrovare la figlia mai conosciuta. E perché no, magari salvare il mondo attraverso una misteriosa ed epocale invenzione...

Ma alla fine, questo sequel funziona davvero? Jim Carrey e Jeff Daniels faranno probabilmente commuovere, tra una risata e l'altra, tutti gli amanti del primo film, che fu un capolavoro dell'idiozia e rimane ancora oggi un caposaldo del cinema demenziale. Questo secondo capitolo è una sorta di racconto da Peter Pan un po' scemo e molto volgare, dove i due scorrazzano con la mitica Scopation Wagon ed ogni occasione è buona, per i fratelli Farrelly, per citare la loro opera originale e farci divertire, con qualche ruga di troppo ma con la solita energia.

Va detto che 110 minuti sono davvero troppi ma Jim Carrey e Jeff Daniels non si risparmiano affatto e ce la mettono tutta per impersonare le gag più stupide e inutilmente ributtanti.
Sì, Harry e Lloyd sono tornati: i vecchi fan non disprezzeranno questo sequel grazie alla non scontata verve con cui Carrey e Daniels si dannano per interpretare questi due perfetti imbecilli dal cuore d'oro e che, soprattutto, si vogliono bene sinceramente.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it