Chime for Change by Gucci. Frida Giannini, Salma Hayek e Beyoncé Knowles per la forza delle donne

di Marion Vague 

La maison Gucci presenta Chime for Change. In vista del prossimo 8 marzo, un progetto benefico pensato dalle donne per le donne di tutto il mondo e di ogni età. L'obiettivo? Renderle consapevoli della propria forza. Madrine della campagna sono Frida Giannini, Beyoncé Knowles e Salma Hayek Pinault

Marion Vague

Marion Vague

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Chime come 'rintocco di campana'. Un campanello d'allarme per tutti noi o semplicemente un segnale, pulito e forte, per chiamare all'adunata le donne di tutto il mondo e dare loro "una svegliata". L'obiettivo è renderle consapevoli della propria forza.
È questo il motore propulsore di Chime for Change, un'iniziativa benefica globale patrocinata da Gucci che vanta tre madrine di eccezione, tre donne dall'anima 'strong' che si distinguono per il loro senso d'indipendenza e che hanno saputo imporre la propria presenza nel mondo.
«Ci troviamo in un momento storico importante per quanto riguarda la situazione delle bambine e delle donne ed è giunta l'ora di un cambiamento. La mia speranza è che attraverso CHIME si possano aiutare le voci che rivendicano il cambiamento a diventare così forti da non poter più essere ignorate».
Con queste parole Frida Giannini, direttore creativo di Gucci e co-fondatrice del movimento (con pancione al seguito), racconta questo nuovo progetto tutto 'rosa' volto a raccogliere fondi destinati alle organizzazioni no-profit e a rendere ogni donna consapevole della propria forza.
Gucci, mettendo al servizio del sociale la propria influenza, è da sempre un brand impegnato nelle tematiche che riguardano le donne, in particolare attraverso una partnership con UNICEF, nata sette anni fa a sostegno dell'istruzione femminile, e avvalendosi del supporto di Catapult, partner del progetto Chime, che fungerà in questo caso da intermediario tra i membri dell'associazione e le organizzazioni alle quali verranno indirizzati i contributi personali, enti no-profit impegnati nei settori istruzione, salute e giustizia.
Il progetto è stato presentato ieri, 28 febbraio al Tedx 2013 di Long Beach, California, dall'attrice Salma Hayek, promotrice dell'iniziativa insieme alla Giannini e a Beyoncé Knowles, terza madrina "presa in prestito" dal charity allo star-system.
Le due regine dello showbiz sono entrambe entusiaste: «Sono convinta che lavorando insieme sia possibile cambiare il corso della storia e assicurarci che le donne possano prosperare ed esprimere appieno il proprio potenziale», ha dichiarato la Hayek, che sarà anche il produttore esecutivo di un'unità cinematografica che si occuperà della realizzazione di dieci cortometraggi che ripercorreranno le storie di ragazze e donne di tutto il mondo che sono motivo di grande ispirazione. Le fa eco Beyoncé: «Le ragazze devono imparare da giovani che sono forti e in grado di ottenere ciò che vogliono dalla vita. È compito nostro cambiare le statistiche che riguardano le donne in tutto il mondo. Sono onorata di far parte di questa campagna insieme ad altre donne che vivono la vita in modo coraggioso e danno l'esempio alle nuove generazioni». La cantante ha firmato la colonna sonora del video di presentazione del progetto (cui Salma Hayek invece ha prestato la voce) che è stato proiettato al Tedx assieme al trailer esteso di The supreme price, il primo dei dieci cortometraggi dedicati all'iniziativa, prodotto e diretto da Joanna Lipper in collaborazione con l'attivista Hafsat Abiola e vincitore nel 2012 del Gucci Award for Women in Cinema con il festival di Venezia, e lo Spotlighting Women Documentary Award con il Tribeca Film Institute.
I partner strategici del progetto includono la PPR Corporate Foundation for Women's Dignity and Rights, la Fondazione Bill & Melinda Gates, Facebook, Hearst Magazines e Catapult. Inoltre, The Huffington Post si è unito come digital media partner.
«Sono convinto che le donne siano la fonte d'equilibrio di tutte le comunità del pianeta. E' necessario trasformare le parole in azioni e trovare nuovi modi per favorire la crescita delle donne», ha affermato il Presidente di PPR François-Henri Pinault, marito di Salma Hayek, «Sono felice e fiero che, attraverso Gucci e la nostra Fondazione, PPR possa sostenere CHIME FOR CHANGE. Nel Gruppo PPR, le donne costituiscono la maggior parte dei nostri impiegati, oltre a rappresentare la maggior parte dei nostri clienti. Spero che questa iniziativa, condivisa con altri individui e organizzazioni, contribuisca ad apportare dei cambiamenti positivi per le donne di tutto il mondo e per le comunità a cui appartengono».
Accanto alle madrine di CHIME FOR CHANGE si schierano anche altri personaggi dello spettacolo, tra cui Jodie Foster e Jada Pinkett Smith (alla presentazione del progetto), John Legend, Julia Roberts e Meryl Streep.
Foto: Getty Images

> PIU' STAR STYLE
> PIU' STAR
> PIU' MODA


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it