X Factor: fuori le Café Margot, Morgan di nuovo protagonista

di Martina Pennisi 

Eliminato il gruppo di Elio. Valerio aiutato dalla malizia del suo giudice.

Martina Pennisi

Martina Pennisi

ContributorLeggi tutti

<<>0
1/

Altro che X Factor, il titolo della trasmissione dovrebbe essere Fattore Morgan. Molto più tranquillo rispetto alla scorsa settimana, il giudice si è reso ancora una volta protagonista con una maestria televisiva da far invidia alla regina del piccolo schermo della situazione, Capitan Ventura. Lei, fra l'altro, può brindare al giro di boa del programma raggiunto con il suo terzetto al completo. Edizione amara, invece, per Elio.

>>X FACTOR 5, LE PAGELLE DELLA TERZA PUNTATA

>>X FACTOR 5, LE PAGELLE DELLA SECONDA PUNTATA

>>X FACTOR 5, LE PAGELLE DELLA PRIMA PUNTATA

Un applauso a Morgan: dicevamo, il personaggio da cui ti aspetti qualsiasi cosa ieri ne ha fatta una delle sue. Invece di sostenere il cucciolo (depilato) Valerio a fine esibizione, lo ha bacchettato senza pietà e ha rimpianto il Davide eliminato. In questo modo, come da sua stessa ammissione, ha incoraggiato il pubblico a votare la vittima (televisiva) del momento e ha scongiurato l'ennesimo ballottaggio. Vecchia volpe.

Una pacca sulla spalla alle Café Margot: l'eliminazione del duo lascia Elio con un solo gruppo in gara e tutti noi con una punta di amaro in bocca per non aver goduto a pieno di un indubbio talento vocale soffocato da poco riusciti esperimenti d'immagine. Peccato.

Una spoglia immemore ad Alessandro Cattelan: nel ricordare la data di conclusione del programma, il conduttore ha detto 5 maggio invece di 5 gennaio. L'accoppiata di giorno e mese è talmente familiare che nessuno ha battuto ciglio e il timore di proseguire fino a primavera inoltrata, manco fossimo al Gieffe, si è insinuato nello stupito spettatore.

Un abbraccio a Elio: sarà che è rimasto con un solo gruppo in gara, sarà che sta visibilmente subendo il dualismo con Morgan, ma sembra divertirsi sempre meno. Forza e coraggio.

Un nuovo parrucchiere per Arisa: perché? Perché sì, punto.

Standing ovation per Daniele Silvestri: non solo non ha fatto rimpiangere i Maroon 5, ma ha dato vita a una delle ospitate più emozionanti e riuscite della stagione in corso del talent. Anche gli artisti non in promozione sono in grado di dare ritmo al contesto. Chi ha orecchie per intendere, Sky e Sony, intenda.

Una stretta di mano a Claudio: prende sicurezza con il passare delle puntate e le sue esibizioni si fanno sempre più riconoscibili e riuscite. E credibili, ovviamente.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it