Festival di Sanremo, i 14 artisti in gara

di Martina Pennisi 

Sul palco dell'Ariston anche i Matia Bazar e Dolcenera. E la polemica di Iacchetti.

Martina Pennisi

Martina Pennisi

ContributorLeggi tutti

<<>0
1/

C'è un po' di tutto nella lista dei concorrenti (qui quella dei giovani) del 62esimo Festival di Sanremo, presentati oggi da Gianni Morandi durante L'Arena di Massimo Giletti. Un applauso, dunque, a lui, il presentatore, per aver messo in piedi uno show musicalmente promettente e già promosso a livello mediatico. Di tutto un po', dicevamo…

Ci sono tre talent(i) esplosi in televisione: Emma Marrone (Non è l'inferno), Pierdavide Carone (Nanì, con Lucio Dalla), e Noemi (Sono solo parole).

C'è una rappresentate dell'ultima e fortunata edizione di X Factor: Arisa (La Notte).

C'è l'habitué, per la serie 'se non sapete dove trovarmi cercatemi all'Ariston': Irene Fornaciari (Il mio grande mistero).

C'è la coppia che non ti aspetti: Gigi D'Alessio e Loredana Berté (Respirare).

E il gruppo che non ti aspettavi di vedere: Marlene Kuntz (Canzone per un figlio).

Un gradito ritorno sulla scena: Samuele Bersani (Un pallone).

Una fuoriclasse pronta a confrontarsi con il mercato di massa: Chiara Civello (Al posto del mondo).

C'è un successo da confermare: Nina Zilli (Per sempre).

Una vecchia conoscenza della città dei fiori, tornata per vincere: Dolcenera (Ci vediamo a casa).

E uno che sul gradino più alto ci è già salito ed è in cerca del bis: Francesco Renga (La tua bellezza).

Un gruppo che la storia di Sanremo, e non solo, l'ha scritta: Matia Bazar (Sei tu).

E un altro pezzo di storia della musica nostrana: Eugenio Finardi (E tu lo chiami Dio).

E non finisce qui, essendo stati snocciolati anche i nomi degli artisti internazionali che accompagneranno le nostre ugole nella serata di giovedì. Spiccano i nomi di Goran Bregović, che duetterà con Samuele Bersani sulle note di My Sweet Romagna, e Patti Smith, sparring partner dei Marlene Kuntz in The World Become the World, e anche in questo caso la sensazione è che si sia fatto tutto come si deve. Altro applauso. La tirata d'orecchie è per i continui riferimenti alla partecipazione di Adriano Celentano: nulla togliere al Molleggiato, ma sembra che la baracca debba tenerla sulle spalle lui in bilico su un solo piede. L'altro super ospite atteso, ma non confermato, è Stevie Wonder. Non è della partita ma ha fatto parlare di sé, mandando a quel paese su Facebook il buon Gianni Morandi, Enzo Iacchetti: lo storico conduttore di Striscia la notizia ha accusato l'ex amico, come lui stesso lo definisce, di non capire niente di musica  e di aver ignorato le precedenti segnalazioni del Web nell'ultima selezione di Sanremo Social. "Perché non lo ammetti - scrive Iacchetti - è già tutto stabilito […]. In migliaia hanno speso soldi per farsi i video clip, per iscriversi alle accademie, arrivi tu e prendi i più scarsi". Perché Sanremo è Sanremo e tutto fa brodo, anche queste uscite.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it