Il Premio Tv 2012 incorona Fiorello

di Martina Pennisi 

Lo showman siciliano porta a casa i premi per Miglior programma e Miglior personaggio maschile dell'anno.

Martina Pennisi

Martina Pennisi

ContributorLeggi tutti

<<>0
1/

Fiorello regna incontrastato, Cucciari e Papaleo tengono alto l'onore di Sanremo, Mazzi non si può nominare e l'assenza di Sky si fa sempre più ingombrante. Così si può riassumere la 52esima edizione del Premio Regia Televisiva, andata ieri sera in onda su Rai 1.

Chiamato a scegliere fra un bouquet di dieci programmi, precedentemente selezionati dalla Grande Accademia di Garanzia, il pubblico televotante ha eletto Il più grande spettacolo dopo il weekend Migliore trasmissione dell'anno. Lo showman siciliano ha avuto la meglio su, fra gli altri, Italia's got talent, Striscia la notizia, Ballarò e Le Iene e ha portato a casa anche il titolo di Personaggio maschile dell'anno.

A svettare fra le donne è stata Geppi Cucciari, lanciatissima dopo l'esperienza sanremese. L'altro reduce dell'Ariston, Rocco Papaleo, è stato nominato Personaggio rivelazione. Il miglior Tg è risultato essere per il secondo anno consecutivo quello di La7 e Don Matteo 8 ha ottenuto il titolo di Miglior fiction.

Lo spettacolo sta per iniziare ha sbaragliato la concorrenza nella categoria Eventi tv, ma è stato archiviato senza alcun riconoscimento sul palco: Antonella Clerici era assente per motivi di salute e al direttore artistico Gianmarco Mazzi, presente in sala, non è stato evidentemente perdonato il passaggio alla corte di Maria de Filippi.

Rimane da segnalare l'assurda esclusione di Sky e di successi come X Factor 5 o Masterchef. Con i suoi 5 milioni di abbonati e, soprattutto, il contributo produttivo in un panorama di contenuti sempre più desolante, la pay tv satellitare non può (più) non essere presa in considerazione.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it