Panariello esiste, i margini di miglioramento anche

di Martina Pennisi 

Il comico toscano prova a vincere facile con Merkel, Fornero e Schettino e convince di più con il nuovo personaggio.

Martina Pennisi

Martina Pennisi

ContributorLeggi tutti

Angela Merkel, che in quanto cancelliera deve cancellare il debito della Grecia, le lacrime tecniche della Fornero, la moldavata di Schettino e la nostalgia, già sbandierata a Sanremo da Luca e Paolo, dei comici per Silvio Berlusconi. Panariello esiste e i temi inflazionati del momento anche. Durante la prima puntata del suo show, conclusasi poco dopo la mezzanotte, il comico toscano ha toccato tutti i tasti a disposizione di chi mancava da un po' dal piccolo schermo e ha iniziato a prendere le misure con un contesto di non facile gestione. I paragoni con l'altro grande spettacolo dopo il weekend, quello di Fiorello, si sprecano e Canale 5 ha un disperato bisogno di guardare tutti con convinzione dall'alto in basso sulla curva degli ascolti.

E la prima sentenza dell'auditel è estremamente positiva: hanno seguito la puntata 6.581.000 telespettatori per il 27,29% di share. Su Rai 1, La Certosa di Parma ha ottenuto l'attenzione di 5.660.000 telespettatori, 20,27% di share.

Una pacca sulla spalla (d'incoraggiamento) a Panariello: come detto, l'abbuffata di attualità non ha convinto molto. Meglio con il nuovo personaggio toscanaccio Silvano e il disimpegnato insegnante di ballo brasiliano. La sensazione è che fosse un po' appesantito, non solo fisicamente, ma i margini di miglioramento si sono intravisti. E non stiamo parlando dello zero che dice all'otto 'ma che cintura ti sei messo?'.

Una tirata d'orecchie a Salvo Sottile: no, Italia's got killer non fa ridere. L'accanimento mediatico sui vari Avetrana e Garlasco è qualcosa su cui Panariello stesso ha ironizzato con una punta di amarezza nella mezz'ora precedente all'intervento di Sottile. Non c'è da ridere e, soprattutto, a giudici e televoto su killer e testimoni poco ci manca.

Una ola per l'anima partenopea di Vincenzo Salemme: vederla sgusciare con prepotenza del personaggio Merkel è stato un piacere. A proposito del siparietto, l'omaggio alla dettatura della lettera di Totò a Peppino funziona sempre.

Una stretta di mano a Nina Zilli: non è famosa per la sua simpatia, ma come spalla (acida) non se l'è cavata male. Apprezzabili anche i contributi canori.

Un applauso a Tiziano Ferro: d'incoraggiamento, visto che in aprile inizia il tour. E' stato un piacere rivederlo, ma per sentirlo (davvero) cantare l'appuntamento è negli stadi e nei palazzetti della Penisola.

Un applauso a James Taylor: anche lui alla vigilia del tour italiano e anche per lui un applauso, convinto in questo caso.

Un buffetto all'avvocato Taormina: stringeva il codice penale come una coperta di Linus e il suo buffo e non del tutto riuscito tentativo di star dietro ai tempi comici di Panariello ha dato un senso allo sketch.

DA STYLE.IT

  • Star

    Elhaida Dani vince The Voice of Italy

    Primo gradino del podio per la componente del team Cocciante. Secondo Timothy Cavicchini, terza Veronica De Simone e quarta Silvia Capasso.

  • Star

    Amici 12: Verdiana, Moreno, Greta e Nicolò in finale

    Eliminato durante la semifinale il ballerino 'bianco' Pasquale.

  • Star

    The Voice: Timothy, Veronica, Elhaida e Silvia in finale

    Ecco i quattro finalisti del talent show di Rai 2. Durante la semifinale spazio anche agli inediti.

  • Star

    Amici 12: Ylenia eliminata a un passo dalla semifinale

    Eliminata la cantante della squadra blu. Si aggiudica l'ultimo scontro 'la bianca' Greta.