Dietro le quinte del nuovo show Real Time: Mad fashion

di Valentina Caiani 

In onda in Italia dal 13 giugno 2012, Chris March, tra i protagonisti più famosi di Project Runway, apre le porte del suo atelier al servizio delle richieste più pazze dello star system

Valentina Caiani

Valentina Caiani

EditorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Il designer che ha stupito il pubblico di Project Runway 4 portando a NY una collezione di abiti realizzati con capelli, approda sul piccolo schermo italiano con un reality su (dis)misura, Mad Fashion, una finestra sulle sfide davvero incredibili che il mondo dello star system e dello spettacolo sa chiedere agli audaci creativi al suo servizio.

Approda finalmente anche in Italia il tuo show personale, Mad fashion: che cosa mostrerà del rutilante mondo di Chris March?
«Innanzitutto il mio lavoro dal suo interno: è un reality che segue per alcuni mesi me e il mio team alle prese con alcuni progetti su misura legati a clienti vip e non. Ogni settimana proproniamo il making of di un total look, dalla testa ai piedi».

In che cosa è Mad?
«Non si tratta di 'moda regolare' ma di qualcosa che ha delle componenti divertenti, ironiche, 'di rottura', sopra le righe... Non prepariamo abiti da passerella ma creazioni per occasioni particolari, molto specifiche. L'obiettivo non è un fashion show ma lo spettacolo, lo spettacolo sopra ogni cosa».

I tuoi clienti sono per la maggior parte vip (da Meryl Streep a Beyoncé e Lady Gaga, per intenderci, ndr). Qual è il tuo iter lavorativo, il tuo approccio con loro?
«C'è chi arriva con un'idea molto sofisticata, precisa, di quello che vuole, mentre altri si fidano ciecamente della mia 'reputazione' e mi lasciano carta bianca. In ogni caso il percorso verso la realizzazione finale è sempre 'duro'».

Si sa che nello show emerge la tua passione per la musica di Stevie Nicks. Altre icone, invece, dal mondo della moda?
«Amo molto Vivienne Westwood e Karl Lagerfeld ma sono state le creazioni Anni '50 di Christian Dior ad avvicinarmi alla moda».

Una volta finito di registrare la serie, qual è stato il tuo momento preferito?
«Credo quando abbiamo realizzato l'abito di Jennifer Coolidge per il Mardi gras(la sfilata di Carnevale) di New Orleans: un trionfo di piume!».

Il tuo lavoro è continuo superamento dei limiti... Quali sono le tue sfide per il futuro?
«Ho appena finito di confezionare 200 parrucche per Chanel, ho un progetto in progress per Target e sto lavorando a una mia collezione di costumi per Halloween. In più, sono in trattative per un paio di produzioni teatrali. In genere, a segnare la prossima sfida è sempre il prossimo cliente».

Da vip del piccolo schermo, protagonista di un reality tutto suo, che cosa ti piace guardare in tv?
«Adoro i programmi di cucina che uniscano conversazione e competizione, come Top chef, ad esempio. E i reality in genere: mi piace osservare le dinamiche nella competizione tra individui».

Hai già pensato a un capitolo 2 di Mad fashion, magari all'estero, in Italia?
«Mi piacerebbe, non sono mai stato in Italia! D'altro canto mi è capitato di essere fermato da fan italiani che mi avevano conosciuto tramite Project Runway e mi ha fatto un certo effetto (è strano pensare di essere diventato noto a livello mondiale). Sarebbe divertente aprire a una clientela più europea».

Mad Fashion è su Real Time ogni mercoledì alle 22.10 dal 13 giugno 2012

> PIU' TV
>
PIU' STAR

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

Da Vanity


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it