Concerto per l'Emilia, raccolti più di due milioni

di Martina Pennisi 

40mila persone hanno riempito il Dall'Ara di Bologna a favore delle zone terremotate.

Martina Pennisi

Martina Pennisi

ContributorLeggi tutti

<<>0
1/

19 artisti, 40mila spettatori e più di 2 milioni di euro raccolti. Ieri sera lo stadio Dall'Ara di Bologna si acceso di musica e colori per dare un sostegno concreto alle persone colpite dal sisma in Emilia. La lunga serata trasmessa da Rai 1 e presentata da Fabrizio Frizzi ha visto avvicendarsi sul palco le star nostrane Laura Pausini e Ligabue, tornare sotto le luci della ribalta Caterina Caselli e Raffaella Carrà ed esibirsi in un impattante monologo l'attore Alessandro Bergonzoni. Rumorosa e accompagnata dalle polemiche delle ultime settimane l'assenza di Vasco Rossi. Quindi…

Una tirata d'orecchie a Vasco: ha dichiarato di essere interessato ad altre forme di beneficenza, ma una volta chiamato in causa a gran voce avrebbe potuto cogliere l'occasione di prestare il volto a un'iniziativa capace di raggranellare un bel gruzzoletto e di tenere alta l'attenzione su una situazione che ha bisogno di continuo sostegno. Peccato.

Un applauso a Jovanotti: non c'era ieri, ma sarà della partita il 22 settembre a Campovolo e ha sostenuto i colleghi e la causa con svariati twit. Alla prossima.

Una ola per il pubblico: metà dell'incasso raccolto con gli ingressi e l'altra metà con gli sms. Mentre si richiedeva ripetutamente un maggiore sostegno da parte delle istituzioni, è stata ancora una volta la gente comune a farsi avanti. Bene così.

Un abbraccio a Cesare Cremonini: ha suonato, ha accompagnato la collega Laura Pausini, ha cantato, ha parlato, si è commosso. Ha dato tutto e il suo intervento è stato uno dei momenti più intensi del concerto. Complimenti.

Una pacca sulla spalla a Raffaella Carrà: una ragazzina praticamente. Capace di far ballare l'intero stadio, piantare gli occhi nella telecamera e rivolgersi «ai potenti» chiedendo di «alleviale questa burocrazia tremenda nei confronti dell'Emilia». Dobbiamo fare… Rumore.

Un bentornato alla versione Caselli di Insieme a te non ci sto più: l'hanno cantata in molti, forse troppi. Ieri ci siamo ricordati di come suona l'originale scritto da Conte, Virano e Pallavicini. Con tanto di voce rotta dall'emozione. Finalmente.

Una stretta di mano a Bergonzoni: «Il buongiorno si vede dal mattone, come diceva un mio amico muratore». Convincente e coinvolgente l'intervento dell'attore. Alla prossima.

Un pensiero a Lucio Dalla: nella sua Bologna, i colleghi hanno portato Piazza Grande (Stadio e Morandi) e Caro amico ti scrivo (Pausini e Cremonini e tutti insieme nel finale). Nessun dubbio sul fatto che avrebbe preso parte all'iniziativa. Effettivamente, c'era.

>> GUARDA IL VIDEO DEL CONCERTO PER L'EMILIA

>> IL CONCERTO PER L'EMILIA IN DIRETTA, LA MUSICA IN TV IL BACKSTAGE SULLA RETE
> TERREMOTO
> PIU' TV
> PIU' STAR

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime