Le uscite al cinema di Londra, Berlino e Parigi

21 gennaio 2010 
<p><strong>Le uscite al cinema di Londra, Berlino e
Parigi</strong></p>

Le offerte cinematografiche londinesi del week end cominciano con una quintessenza di brit spirit: No distance left to run: a film about Blur, dopo la preview della scorsa settimana è nelle sale inglesi per chiunque voglia ripercorrere, con un po' di nostalgia nineties, lo spirito del brit pop e della sua band (gli Oasis non ce ne vogliano) più rappresentativa. Arrivano in Uk anche l'action-thriller Armored, con Matt Dillon e Jean Reno, e The boys are back, che da noi arriverà solo a giugno, con Clive Owen nel ruolo di un papà single.

A Parigi invece, con una sola settimana di ritardo rispetto all'esordio statunitense, arriva The book of Eli, con Gary Oldman e Denzel Washington. Con il suo mix di sacralità e clima post-apocalittico, in patria il film ha già conquistato il secondo posto del box office, subito dopo Avatar. Tra le uscite  rilevanti in Francia troviamo anche  Disgrace, adattamento del romanzo di J. M. Coetzee, con John Malkovich, Shirin, il film di Abbas Kiarostami passato in Italia solo dalla Mostra del cinema di Venezia 2008, e il film-tributo Serge Gainsbourg: une vie héroïque con Laetitia Casta. Quest'ultima interpreta niente meno che Brigitte Bardot, mentre il ruolo del cantautore è in mano a Eric Elmosnino e quello della sua compagna Jane Birkin a Lucy Gordon.

A Berlino, infine, in un panorama decisamente meno ricco sul fronte delle uscite internazionali, i debutti in sala più rilevanti sono It's complicated, con Meryl Streep e Alec Baldwin, e il  meno sponsorizzato ma ben recensito (da chi l'ho vista in anteprima al festival di Toronto) Same Same but different, crossover tra commedia romantica, action e drama.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).