CinemEuropa

11 febbraio 2010 
<p>CinemEuropa</p>

Per chi il prossimo week end si troverà a Londra e dovesse avere un angolino di tempo (o una serata di pioggia..) da dedicare al cinema, le sale di Sua Maestà non deludono e offrono un discreto panorama, a partire da My name is Khan. Quasi in contemporanea con la sua presentazione al Festival di Berlino, il film dell'indiano Karan Johar ha suscitato timori e polemiche in patria prima ancora di essere distribuito, poiché tocca argomenti delicati come l'appartenenza religiosa e gli attacchi terroristici. Gli amanti dei re-releases potranno invece godersi la centesima visione (ma stavolta su grande schermo) di Pretty woman, rispolveta in occasione della festa degli innamorati, oppure un lavoro ben più sofisticato e meno noto, Lettera da una sconosciuta di Max Ophuls, film datato 1948 con una splendida Joan Fontaine.

 

A Parigi invece, nonostante il luogo comune di "città dell'amore", le uscite, meno copiose che in altri fine settimana, non sembrano avere una programmazione interessata a celebrare il week end di San Valentino. Anche se forse varrebbe la pena vedere, visti i problemi idi distribuzione che ha avuto il film, i baci maschili di I love Philip Morris, in cui le labbra di Jim Carrey incontrano quelle di Ewan McGregor. Oppure ci si può consolare con Clive Owen, a sua volta inconsolabile vedovo che, in The boys are back, dovrà farsi una ragione del proprio stato e allevare i due figli, a modo suo... per chi invece ha davvero "orrore" delle ricorrenze, le sale francesi ospitano La horde, film horror già passato lo scorso settembre al Festival di Venezia.

 

Per questo fine settimana, infine, le sale spagnole vedono il debutto di Crazy heart, il film che ha regalato a Jeff Bridges un Golden Globe e una nomination agli Oscar per la miglior interpretazione maschile. Anche a Barcellona, Madrid e nelle altre città ispaniche, poi, è possibile vedere The road, non ancora distribuito in Italia, mentre chi vuole rimanere sul fronte spagnolo può scegliere fra Nacidas para sufrir e Luna caliente.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).