Afterschool

15 febbraio 2010 
<p>Afterschool</p>

Ciao Mamma, credo di non piacere a nessuno qui è la battuta da ricordare.
SEGNI PARTICOLARI Il film è stato presentato nel 2008 al Festival di Cannes, nella sezione Un certain regard, mentre l'anno seguente ha ricevuto una nomination come "miglior film d'esordio" all'Indipendent Spirit Awards

TRAMA Siamo in una prestigiosa scuola del New England. Robert, uno studente introverso e tormentato, riprende per caso la morte per overdose di due compagne più grandi da lui ammirate per la loro innegabile bellezza. Le loro vite diventano il soggetto di un video che, secondo il preside, dovrebbe aiutare la collettiva elaborazione del lutto. Il progetto viene affidato proprio a Robert, dato che ha da sempre una forte passione per i video: peccato che, la sua fascinazione per le immagini, finisca per sconfinare nel doloroso e ossessivo ricordo della morte delle compagne

REGIA Antonio Campos
CAST Ezra Miller, Jeremy White, Emory Cohen, Michael Stuhlbarg, Addison Timlin, Rosemarie Dewirt, Lee Wilkof, Paul Sparks, Bill Raymond, Gary Wilmes, Christopher McCann

DA VEDERE PERCHE' è un film che coinvolge lo spettatore
DA VEDERE CON CHI ama le storie che scorrono sul filo del rasoio
IDEALE PER un mercoledì pomeriggio, in cui si decide di vedere qualcosa di diverso

NOTE DI STILE ci troviamo in una scuola superiore d'elite e quindi gli studenti indossano per la maggior parte del tempo delle divise, dove il must sono delle camicie bianche (sia per i ragazzi che per le ragazze). Ad esse vengono abbinate delle giacche blu e, a seconda dei casi, gonne e pantaloni scuri o color kaki. Per i ragazzi c'è anche un cravattino rosso con righe bianche. Il passaggio dall'aula alla cameretta porta solo l'abbandono della camicia, per t-shirt o canotte (nel caso delle ragazze) sempre bianche
DAL SOUNDTRACK pervaso di trascinante rock. Una scelta questa dettata non solo dal fatto che questo è un genere molto legato al mondo degli adolescenti, ma anche perché sintetizza in musica l'alta tensione che percorre tutta la narrazione

 

 

 

 

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).