Magnifiche visioni a Torino

03 febbraio 2010 
<p><em>Magnifiche visioni</em> a Torino</p>

Torino non ha mai nascosto il suo amore per il cinema: basti pensare non solo al Museo dedicato alla settima arte, ma anche al festival internazionale che giungerà quest'anno alla sua 28° edizione. Ora la città si fa protagonista di una nuova iniziativa a tema cinematografico: il Festival Permanente del Film Restaurato, che si terrà fino al 30 giugno al Cinema Massimo.

Organizzata con il supporto del Museo Nazionale del Cinema, la manifestazione propone due appuntamenti mensili durante i quali sarà possibile rivedere grandi pellicole del passato in copie restaurate provenienti dalle più importanti cineteche di tutto il mondo: dall'età d'oro del cinema classico, spaziando dal muto fino alle nouvelles vagues degli anni '60 e oltre.

Qualche curiosità?
I film sono in lingua originale con sottotitoli in italiano e sono ogni volta introdotti da cineasti, critici o personalità del mondo della cultura che raccontano ciò che emotivamente li lega a determinati titoli e autori. Il Festival si è inaugurato il 27 gennaio scorso con Brigadoon di Vincente Minnelli presentato da Beppe Fiorello. Queste le altre pellicole in programma: Io sono un campione di Linday Anderson, Lola Montès di Max Ophuls, Playtime di Jacques Tati, Ispettore Callaghan: Il caso Scorpio è tuo! di Don Siegel, Sciacalli nell'ombra di Joseph Losey, Rotaie di Mario Camerini, Margherita fra i tre di Ivo Perilli, Uno tra la folla di Ennio Cerlesi e Piero Tellini, Lawrence d'Arabia di David Lean, Touki Bouki - Il viaggio della iena di Djibril Diop Mambéty, Come Back, Africa di Lionel Rogosin, Senso di Luchino Visconti.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).