CinemaEuropa: le uscite del week end

04 febbraio 2010 
<p>CinemaEuropa: le uscite del week end</p>

Le sale di Londra ospitano pellicole ispirate alla storia, non necessariamente locale. Come Anonyma: eine frau in Berlin, storia di una donna che, a Berlino, cerca di sopravvivere alla guerra durante l'invasione sovietica, e Invictus, l'ultimo lavoro di Clint Eastwood (da noi in uscita il 12 febbraio), con Morgan Freeman nei panni di Nelson Mandela. Decisamente più di nicchia, arriva anche Ostrov, film del 2006 (anno in cui fu presentato anche alla Mostra del cinema di Venezia), ma distribuito quasi esclusivamente nel circuito dei festival. È la storia di uno sperduto monastero ortodosso in Russia, in cui vive un monaco dalla condotta bizzarra ma anche, a detta della gente del paese, dai poteri soprannaturali. Si costeggia il parapsicologico anche in Psych9, per ora distribuito nel solo Regno Unito, in cui una giovane donna che di notte in un ospedale chiuso ha delle visioni che possono risolvere alcuni omicidi, e soprattutto in Solomon Kane, con James Purefoy, ispirato al personaggio omonimo creato da Robert Ervin Howard nel 1928. Non mancheranno atmosfere medievali, streghe impagliate e… Max Von Sydow.

Intanto le sale francesi si tingono di Russia, con l'uscita di Une exécution ordinaire, adattamento dell'omonimo romanzo di Marc Dugain. Ambientato nell'Unione Sovietica a poche settimane dalla morte di Stalin, il film, con André Dussollier nei panni del dittatore comunista, ne ritrae gli ultimi giorni di vita e il rapporto morboso che lo lega a una "curatrice", dopo che egli stesso aveva fatto uccidere il proprio medico personale. Chi è a Parigi e o in altre città della Francia può anche vedere, con un ritardo di due settimane rispetto a quanto annunciato in precedenza, Disgrace con John Malkovich. Si tratta di un altro adattamento: dal romanzo omonimo del Premio Nobel  J. M. Coetzee, Disgrace racconta la storia di un professore universitario Sudafricano (Malkovich), che in seguito allo scandalo per una relazione con una studentessa si rifugia nell'isolamento della casa di campagna in cui vive la figlia, dedita solo all'agricoltura e all'allevamento di cani. Qui, però, accadrà appunto una disgrazia... Arriva nelle sale francesi anche il controverso documentario Les travailleu(r)ses du sexe, in cui chi lavora nell'industria del sesso a pagamento rivendica la propria scelta.

 

In Germania, infine, ultima settimana prima che scatti, per i fortunati che si trovano a Berlino, la grande abbuffata della Berlinale. Al centro di un panorama sempre un po' meno "allineato" rispetto a quelli di altre capitali europee, più sensibile forse alle uscite non hollywoodiano, arriva nelle sale tedesche Artimos sviso,  road movie "urbano" made in Lituania in cui due uomini e una donna attraversano una lunga notte per le strade di Vilnius. Arriva anche She, a chinese, storia di Mei, ragazza cinese che compie il viaggio da Est a Ovest dopo essere fuggita dal proprio villaggio. Il film è già passato da vari festival, tra cui Toronto e Locarno. Sempre a Locarno era stato mostrato anche Giulias Versschwinden, commedia incentrata sui compleanni sgraditi. Chi vuole  tornare verso il fronte blockbuster, però, può provare con Armored, con Matt Dillon e Jean Reno, action movie incentrato sulla rapina a un camion blindato che trasporta diversi milioni di dollari… Da noi uscirà (con il titolo Blindato) tra una settimana, a riprova del fatto, a differenza di diversi dei film "minori" elencati qui sopra, l'action made in Usa di rado fatica a trovare distributori!

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).