Mary Elizabeth Winstead vittima di "The thing"

08 febbraio 2010 
<p>Mary Elizabeth Winstead vittima di "The thing"</p>

Dopo Grindhouse, con The thing (niente meno che "La cosa"), ecco un altro ruolo di ingenua a due passi dal male per Mary Elizabeth Winstead. Il nome forse non dice tanto: più facile ricordarla nella squadra di bellissime "ragazze vendicatrici" reclutate da Quentin Tarantino nel secondo episodio di Death Proof: lei era la svampita cheer leader di giallo vestita. Quella, per intenderci, che non si accorgeva di niente mentre il serial killer Kurt Russel minacciava lei e le sue amiche...  La abbiamo vista anche in Die hard - Vivere o morire, e in Ballare per un sogno. Adesso, l'attrice venticinquenne è stata scelta per il remake-prequel di una delle più classiche storie di terrore...

The thing, dopo essere stato lanciato come serie tv nei primi anni '50, è diventato un film di John Carpenter nel 1982. E oggi, in tempi di remake anni '80, non poteva mancare una nuova lettura de "La cosa".
Diretto da Matthijs van Heijningen Jr, il film, ancora in pre-produzione, racconta di una strana forma di vita aliena che viene scoperta da due studiosi in una stazione dell'antartico. Inutile dire che "la cosa" in questione non è amichevole… A interpretare una delle possibili vittime della malefica creatura, oltre alla Winstead (che sarà Ramona V. Flowers nel comic book movie Scott Pilgrim vs. the World, in uscita ad agosto), dovrebbe esserci Joel Edgerton.(Smokin' Aces, Star wars - L'attacco dei cloni e Star wars - La vendetta dei Sith).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).