Da Sex and the City 2 a U2 3D: tutti i film del weekend

29 maggio 2010 
<p>Da <em>Sex and the City</em> 2 a U2 3D: tutti i film del
weekend</p>

Al motto di «le ragazze sono tornate», questo week end Carrie e le sue amiche si apprestano a invadere (su tacchi vertiginosi, ça va sans dire) le sale cinematografiche: esce infatti in oltre 400 copie l'atteso sequel Sex and the City 2, che a onor del vero ha raccolto una bocciatura pressoché unanime. Ma in questi casi si sa, la fede è la fede, perciò provare per credere (anche a costo di sbagliare). Per fortuna, comunque, le alternative non mancano, dall'altrettanto atteso The Road con Viggo Mortensen a La regina dei castelli di carta, ultimo capitolo della saga cinematografica tratta dalla trilogia di Stieg Larsson. 

Per quanto riguarda le celebri ragazze newyorkesi capitanate da Sarah Jessica Parker, in questa loro seconda avventura di celluloide c'è in realtà ben poca «city» (e anche poco «sex»): la storia si svolge prevalentemente negli Emirati (ad Abu Dhabi), ma la concezione di esotico, e non solo, lascia un po' a desiderare ( GUARDA LO SPECIALE SU SEX AND THE CITY 2). 

Presentato allo scorso festival di Venezia esce solo ora al cinema The Road di John Hillcoat, pellicola tratta dall'acclamato (ha vinto il premio Pulitzer) romanzo La strada di Comac McCarthy (già autore di Non è un paese per vecchi). La storia è quella del viaggio che un padre (Viggo Mortensen) compie insieme al figlio (Kodi Smit-McPhee) attraverso un mondo post-apocalittico. 

Con La regina dei castelli di carta, terzo e ultimo capitolo cinematografico tratto dalla saga Millennium, ci si congeda dall'eroina dei libri di Larsson Lisbeth Salander. O almeno dal suo alter ego cinematografico svedese, Noomi Rapace ( leggi la recensione). È infatti stata annunciata una nuova versione hollywoodiana della trilogia, a opera di David Fincher. Tra le papabili al ruolo dell'hacker, in testa c'è Carey Muligan, che presto rivedremo in Wall Street - Il denaro non dorme mai, dove recita al fianco del fidanzato Shia LeBeouf

Una canzone per te è un surreale (in ogni senso) film italiano che vede protagonista il giovane Emanuele Bosi, diviso tra l'amore (per modo di dire) per la sua compagna di scuola Michela Quattrociocche e quello per la musica. Un incontro fortuito lo porterà a cambiare il proprio destino. Il film è quello che si definisce un teen movie, cioè per un pubblico giovanile, ma non si capisce perché i ragazzi debbano essere «condannati» a guardare (solo?) storie così.

L'ultima «stazione» (in senso metaforico e non) dello scrittore russo Lev Tolstoj è raccontata in The last station, con l'ex Queen Helen Mirren e il giovane (per molti assai promettente) James McAvoy.

Di Michelangelo Frammartino (Il dono) è il documentario Le quattro volte racconto senza tempo (ma remoto) ambientato tra i monti della Calabria. 

Per chi vuol godersi (seduto in poltrona) l'adrenalina di un concerto degli U2 a tre dimensioni, l'appuntamento è con U2 3D, che coniuga l'energia sprigionata dalla musica della band irlandese capitanata da Bono Vox ( recentemente infortunatosi) al dinamismo tecnologico del 3D. Il tour durante cui è stato girato è Vertigo. Effetti speciali garantiti per tutti i sensi.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).