Da Tata Matilda a La papessa, tutti i film del week end

04 giugno 2010 
<p>Da <em>Tata Matilda</em> a <em>La papessa</em>, tutti i film del
week end</p>

Uscite cinematografiche segnate dal ritorno di Emma Thomposon nei panni della stramba bambinaia Matilda (Tata Matilda e il grande botto), dalla leggendaria Papessa tedesca Giovanna (Johanna Wokalek) e dall'arrivo in sala della pellicola premio Oscar 2010 come miglior film straniero, Il segreto dei suoi occhi.

La magica (e misteriosa) Tata Matilda /Emma Thompson stavolta se la dovrà vedere con una «guerra» scoppiata in fattoria tra un esercito di bambini viziati di città e un fronte di piccoli abitanti del villaggio.

La Papessa Johanna interpretata dall'omonima attrice tedesca Johanna Wolkeke nel film di Sönke Wortmann è ispirata alla leggendaria figura della religiosa di Dorstatd che, costretta ad assumere un'identità maschile, sarebbe stata eletta pontefice regnando sulla Chiesa dall'853 all'855.

Il film argentino Il segreto dei suoi occhi, premio Oscar 2010 come miglior pellicola straniera, racconta la storia di Benjamín Esposito, un assistente Pubblico Ministero nell'Argentina degli anni 70, alle prese con il delitto di una donna su cui nessuno sembra volere indagare. Venticinque anni più tardi, ormai in pensione, Benjamín deciderà di fare, da sé, chiarezza sul caso.

Genere Jean-Claude Van Damme (che né è protagonista) è Universal Soldier: Regeneration, dove Van Damme è il super soldato Luc Deveraux, arruolato tra le forze speciali degli Uni-Soldiers, segretamente finanziate dal governo.

S'indaga il concetto di amicizia, ma anche la sfera dei sentimenti e quella (labile e complessa) legata alla sessualità nella commedia indipendente Humpday - Un mercoledì da sballo, dove tutto ha inizio con una proposta alquanto singolare: ripiombando dieci anni dopo nella vita (ormai borghese e convenzionale) del suo ex compagno di college, Andrew convince Ben a girare un film porno.

Si rincontrano invece 18 anni dopo i fratelli Mirko, che lavora in un'officina meccanica, e Genziano, broker a Londra, nell'omonimo film di Edoardo De Leo: i due si riuniscono dopo la morte del padre, il cui ultimo desiderio è di essere cremato e le sue ceneri portate sulla tomba della loro madre, sepolta in Calabria.

Insieme a Gianni, ex portiere con il vizio dell'alcol, Marta ( Randi Ingerman), giovane manager italoamericana, gestisce una piccola squadra di calcio semiprofessionistica, i cui giocatori, protagonisti di Backward di Max Leonida, devono affrontare angosce e paure legate agli ultimi tre mesi di campionato.

Quanto mai attuale, visti i recenti accadimenti nella Striscia di Gaza, il film Il tempo che ci rimane, un racconto in quattro parti, attraverso episodi di vita quotidiana, della storia degli arabi palestinesi a partire dalla fondazione dello stato d'Israele (1948).

Ha a che fare con la passione per la scrittura, i libri, la fantasia e un (presunto?) tentativo plagio, Gentleman Broncos di Jared Hess.

LEGGI ANCHE " DA LA PAPESSA A LISBETH SALANDER TUTTE LE NUOVE EROINE DEL GRANDE SCHERMO"

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).