Torna dopo 27 anni l'A-team, con pupa (jessica Biel) all'inseguimento

16 giugno 2010 
<p>Torna dopo 27 anni l'A-team, con pupa (jessica Biel)
all'inseguimento</p>

Avete un problema che nessuno può risolvere? Tranquilli: l'A-Team sta per tornare ( Guarda la Gallery). Sarà al cinema dal 18 giugno nell'omonimo film di Joe Carnahan, prodotto da Tony e Ridley Scott. Ispirato alla nota serie tv degli anni '80 (è andata in onda per la prima volta nel 1983), è molto diverso. Ecco che cosa cambia.


La storia. Nella serie tv i protagonisti erano veterani del Vietnam. Nel film sono reduci della guerra del Golfo in Iraq.


Il cast. George Peppard, scomparso nel 1994, era John «Hannibal» Smith, parte che ora è di Liam Neeson. Dirk Benedict era Templeton «Sberla» Peck. Compare nel film, ma si è detto deluso («se sbatti le palpebre non mi vedi nemmeno»). Al suo posto c'è Bradley Cooper. Dwight Shultz (altro cameo nel film) era Murdock il «matto», ruolo che ora è di Sharlto Copley (District 9). Mr. T era Bosco P.E. Baracus, che ha rifiutato di partecipare: «Troppa violenza e troppo sesso». Lo sostituisce Quinton «Rampage» Jackson.


IL «cattivo». All'inizio della serie, l'A-Team fuggiva dal colonnello Lynch (William Lucking). Nel film, Lynch è un agente della Cia interpretato da Patrick Wilson.


Il bullo. Baracus P.E. (che sta per «pessimo elemento») indossava vistose collane e orecchini piumati. Ora è più sobrio: ha solo una catena d'oro. Restano il taglio alla moicana, l'aria truce e il terrore di volare.

La pupa. Il telefilm non aveva una protagonista femminile. Nel film c'è Charisa Sosa (Jessica Biel), capitano dell'esercito ed ex fiamma di Sberla che dà la caccia all'A-Team.

GUARDA LA GALLERY

GUARDA IL GUARDAROBA DI JESSICA BIEL AI RAGGI X

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).