La morte di Corso Salani e una (cattiva) coincidenza del destino

17 giugno 2010 
<p>La morte di Corso Salani e una (cattiva) coincidenza del
destino</p>
PHOTO PHOTOMASI

È  morto d'infarto, oggi, mentre passeggiava con la moglie. Almeno così riportano le agenzie. Corso Salani, 49 anni, era un regista e un attore.

Non famoso, non super-recensito. Però i frequentatori di festival lo conoscevano. I film da lui diretti (alcuni documentari, altri no) erano impegnati e riflessivi. E lui, come persona, molto garbato e alla mano, privo del narcisismo di tanta gente di spettacolo.

La sua immagine resterà legata per sempre al debutto come attore nel Muro di gomma di Marco Risi (1991), dove interpretava il ruolo, solo appena romanzato, del giornalista Andrea Purgatori, autore del libro-inchiesta sulla strage di Ustica da cui era tratto il film.

Tra dieci giorni esatti, il 27 giugno, saranno passati trent'anni dal misterioso incidente del volo Itavia. Una coincidenza amara e triste. Come questa morte improvvisa e prematura.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
angelo 78 mesi fa

mi dispiace per la morte prematura del regista, attore. ma cosa c'entra la coincidenza manca una settimana ai trentanni dall'incidente di Ustica ma se fosse stato l'11 giugno 2011 erano 15 giorni dal 31esimo anniversario.?????????????????????????????

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).