Isabella Ragonese, 29 anni (e otto film negli ultimi due)

13 luglio 2010 
<p>Isabella Ragonese, 29 anni (e otto film negli ultimi due)</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Siciliana di Palermo, Isabella Ragonese nasce il 19 marzo del 1981. Da ragazza, frequenta la Scuola Teatès diretta dallo scrittore e regista Michele Perriera dove a 19 anni si diploma. Recita, scrive e interpreta opere come Che male vi fo e Bestino. Inizia presto con i premi. Nel 1998, con un saggio breve sulla figura di Ecuba nella tragedia euripidea, vince il concorso nazionale INDA (Istituto Nazionale Dramma Antico). Dieci anni dopo, a Parma, le danno il trofeo «Maurizio Schiaretti», un riconoscimento dedicato agli attori emergenti del cinema italiano. L'esordio è in Nuovomondo di Emanuele Crialese. Segue il film indipendente Detesto l'elettronica stop di Cosimo Messeri. Ma il successo vero arriva col ruolo di Marta in Tutta la vita davanti di Paolo Virzì: protagonista, precaria e neolaureata in Filosofia teoretica. Le vale anche la candidatura al Nastro d'Argento alla migliore attrice protagonista. Da lì, è tutto un crescendo: otto film in due anni. Dopo il Festival Teatro e colline di Calamandrana Alta, dove porta in scena Mamùr, un'opera da lei scritta, e messa in scena con Giuseppe Sangiorgi, è innamorata persa di Valeria Solarino in Viola di Mare di Donatella Maiorca. Nel 2009, è in Due vite per caso di Alessandro Aronadio, Oggi sposi di Luca Lucini e Dieci inverni, opera prima di Valerio Mieli. È il 2010, ed è Elena, moglie di Elio Germano nel film La nostra vita di Daniele Luchetti. La sua interpretazione, le vale la partecipazione a Cannes e il Nastro d'Argento come migliore attrice non protagonista. Recita pure per la prima volta in una produzione televisiva, nel Commissario Montalbano di Alberto Sironi.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).