Locarno vietata ai minori, tra eros e stregoneria

05 agosto 2010 
<p>Locarno vietata ai minori, tra eros e stregoneria</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Certo c'entrano i gusti del suo nuovo direttore, Olivier Père. Forse la crisi di un cinema che, in qualche modo, deve fare parlare di se. Il Festival di Locarno inizia hard. La sua 63esima edizione, si è aperta con Nel fondo del bosco di Benoit Jacquot: storia di abusi sessuali e amore ipnotico, stregoneria e sangue, scritto sulla base della cronaca e documentazione clinica d'epoca, ambientata nell'Ottocento, a sud della Francia, con uno stupro in campagna, e accoppiamenti vari, come i nudi di Isild Le Besco, che fa la parte di una donna isterica di cui si invaghisce un girovago (l'attore argentino Nahuel Perez Biscayart): la condurrà in uno stato letargico e abuserà in tutta perversione di lei. Che sarà a Locarno anche come regista, con un film che, recita il catalogo, contiene «scene che possono urtare la sensibilità degli spettatori». Come L.A. Zombie che dopo essere stato bandito da tutti i festival cinematografici australiani accusato di oscenità e inneggiamento alla necrofilia, è in cartellone oggi: il pornodivo François Sagat, è un senzatetto schizofrenico che pensa di essere uno zombie alieno. Così vaga, per le vie di Los Angeles. Cerca cadaveri da fare resuscitare con rapporti omosessuali. E li riporta in vita col coito.

Leggi anche:

>> Intervista al pornodivo François Sagat: Il mio sexy zombie che terrorizza Locarno

>> Anche Golino e Scamarcio tra i protagonsiti del prossimo festival di Locarno

>> Locarno, apre il festival del cinema

Sulla 67esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia:

>> Venezia, 4 italiani in concorso nel Festival dei giovani (e di Tarantino)

>> The Tempest di Julie Taymor chiude la Mostra del Cinema di Venezia

>> Il thriller Black Swan di Aronofsky aprirà la Mostra del Cinema di Venezia

>> La scommessa di Vanity Fair: Ragonese sarà madrina

>> Isabella Ragonese: a Vanity raccontò che...

Guarda anche:

>> Da Chiara Mastroianni a Alessandro Gassman, sfoglia la gallery dei figli d'arte

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).