Il ritorno di Shrek (ma qualcosa è cambiato)

25 agosto 2010 
<p>Il ritorno di Shrek (ma qualcosa è cambiato)</p>

Il nuovo capitolo della «favola alternativa» di Shrek, E vissero felici e contenti, distribuito in quasi 900 sale dal 25 agosto (in molte anche in 3D), potrebbe essere l'ultimo. Detto sinceramente: menomale. E non certo per un'avversione nei confronti del famigerato orco verde, anzi: è che gli vogliamo talmente bene che quasi soffriamo a vederlo «spegnersi» così.

Del resto, anche la vita nel regno di Molto Molto Lontano non è più quella di una volta e se ne è accorto lo stesso protagonista, che, sfibrato e annoiato dal solito tran tran quotidiano, arriva addirittura a stringere un patto con il viscido Tremotino pur di tornare agli agognati bei vecchi tempi, quando poteva ancora comportarsi da orco «vero»: andare in giro a terrorizzare gli abitanti del villaggio, sguazzare indisturbato nelle sue adorate pozzanghere melmose, cose così, che la vita da tranquillo padre di famiglia gli impedisce oramai di fare. Shrek decide quindi di barattare un giorno qualsiasi del suo passato con uno da «leone», e viene catapultato in una realtà alternativa (e assai mesta) di Molto Molto Lontano, in cui niente e nessuno è come prima: Tremotino è re; il fido Ciuchino è un somaro (canterino) da trasporto che ignora di essere il suo migliore amico; Fiona è un'agguerrita sovversiva a capo di un gruppo di orchi rivoltosi e lo spavaldo Gatto con Stivali si è trasformato in un placido - e soprattutto flaccido - micio domestico con tanto di nastrino rosa al collo. Anche stavolta è lui a rubare la scena riuscendo a dare un po' di smalto a una storia altrimenti avvizzita.

Certo, le gag non mancano, ma è inutile negarlo: il personaggio più politicamente scorretto del grande schermo si è imborghesito, finendo col farsi assorbire da quegli ingranaggi che all'inizio aveva cercato, con successo, di scardinare. Forse conviene che, stavolta, il The end sia quello definitivo. Per il suo bene, innanzitutto.

GUARDA IL TRAILER:

 

VAI ALLO SPECIALE "LE ULTIME IMPRESE DI SHREK"

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).