Marisa Berenson: «Luchino Visconti mi chiese di sposare Helmut Berger»

01 settembre 2010 
<p>Marisa Berenson: «Luchino Visconti mi chiese di sposare Helmut
Berger»</p>
PHOTO GETTY IMAGES

L'attrice Marisa Berenson, 63 anni, secondo il regista Luchino Visconti, avrebbe dovuto diventare la moglie di Helmut Berger «Ci diceva: "Sposatevi, è la cosa migliore che potreste fare". Eravamo follemente innamorati e il matrimonio era fatto per noi».  E' questo uno degli aneddoti raccontati dalla stessa Berenson nella sua autobiografia «Momenti intimi», in uscita il 27 ottobre (Barbès editore).

La star, lanciata dallo stesso Visconti in Morte a Venezia nel 1971 e protagonista della fiction Il peccato e la vergogna (da stasera, primo settembre, per sei puntate su Canale 5), racconta anche che, di quel matrimonio, poi non se ne fece nulla: «Siamo rimasti amici per tanto tempo, poi persi di vista. Mi spiace sapere che sia finito male».

La Berenson, consacrata nel 1975 con la sua interpretazione in Barry Lindon di Stanley Kubrick rivela anche del grande regista americano: «Era timido, riservato, un perfezionista. Con lui l'impegno era 24 ore su 24».

Figlia di un diplomatico americano e della stilista italiana Elsa Schiaparelli, modella tra le più ammirate al mondo, Marisa Berenson si è sposata e ha divorziato due volte ma non ha troppi rimpianti «Forse, di non aver ancora trovato un amore per tutta la vita. Ma forse sono ancora in tempo».

La Berenson sarà protagonista di un'altra autobiografia, questa volta fotografica, che uscirà nel 2011 e sarà edita da Rizzoli.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Simone 73 mesi fa

Marisa Berenson è la nipote della stilista Elsa Schiaparelli., non la figlia.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).