Cristiana Capotondi: «Voglio farvi felici»

05 settembre 2010 

Il lavandino gocciola, le pentole sono ammucchiate le une sulle altre, incrostate di giorni, come le tazze della colazione. Silvio Orlando fa il regista. In crisi. E' accasciato sulla tastiera del suo pc, che la storia che da cinque anni gli sollecita il suo produttore, la storia per il salto nel cinema di Cristiana Capotondi (un'attricetta arrogante, capricciosa e viziata dal successo televisivo di una serie in costume come tante se ne vedono di questi tempi, la Principessa Laurina), proprio non gli viene.

E «non sa come dirlo». Quindi, prende ad arrampicarsi sugli specchi, quando gliela chiedono va dietro a quello che gli accade intorno (la corriera che passa, il pianista dirimpettaio, abbracciato oltre la persiana semichiusa dalla bella e triste Kasia Smutniak) o a rivisitazioni oniriche di ruoli comuni (la piratessa sanguinaria, la prima donna nello spazio, la maestra dell'800). Ruoli, su cui lei sbuffa, ne la Passione di Carlo Mazzacurati.

Nella vita, invece, la parte che Cristiana Capotondi rifiuterebbe è quella che fa uscire gli spettatori dalla sala con un senso di claustrofobia irrimediabile.
L'11 settembre compie 30 anni («l'età della femminilità più quiete»), prima degli «anta» tre obiettivi: «Finire i lavori della mia casa in Toscana, produrre il film del romanzo di cui ho acquistato i diritti, e comprare una barca a vela». Una famiglia no? Sgrana gli occhi, come si parlasse di alieni. «Nooo. Ma mai dire mai».

Ascoltala in video (partendo dal film):



- LA SCHEDA DEL FILM

- GUARDA IL VIDEO DEL RED CARPET


- SFOGLIA LA GALLERY DEL RED CARPET

- LA FESTA IN SPIAGGIA, IN REVIVAL ANNI '80

- BACKSTAGE, SILVIO ORLANDO E IL LATO OSCURO DEL CINEMA

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).