Francesca Inaudi: «In politica, non solo maschi o...»

07 settembre 2010 
<p>Francesca Inaudi: «In politica, non solo maschi o...»</p>

- SFOGLIA LA GALLERY DEL RED CARPET: IL RISORGIMENTO SFILA COME UN KOLOSSAL

«Non poteva non essere una storia molto maschile quella di Noi credevamo ma l'unico personaggio femminile disponibile non volevo che fosse madre, sorella, moglie o fidanzata bensì una donna con una precisa posizione politica e un ruolo nella dialettica delle parti» spiega il regista Mario Martone in press conference al Café Lancia introducendo il film e la sua prima donna, Francesca Inaudi, alias  Cristina di Belgioioso.

«Per me questo personaggio è stato una sorpresa». dice l'attrice. «Leggendo il copione mi sono detta "Pensa, esisteva una donna così, allora, e nessuno me l'ha mai detto"!
Se dietro a ogni uomo c'è sempre una grande donna, la cosa può valere anche per i fatti storici, dietro i quali magari si celano eroine misconosciute che si slanciano come e più degli uomini negli ideali e che, per parlare allo stesso livello, non necessariamente si "travestono" da uomini ma si mantengono seduttive.
Le donne possono fare politica senza aver bisogno di fare i maschi o ...».

> LEGGI LA SCHEDA
> GUARDA I TRAILER

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).