Ambra: «Meglio prostitute al cinema che Lolite in Tv»

09 settembre 2010 
<p>Ambra: «Meglio prostitute al cinema che Lolite in Tv»</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Meglio prostitute al cinema che Lolite in Tv. Ambra Angiolini alla Mostra del cinema di Venezia (dove nel 2007 era venuta da madrina, e dove adesso è venuta per la prima volta come attrice di Notizie dagli scavi, fuoriconcorso di Emidio Greco, arriva piccata. Causa (ancora) l'effetto boomerang di quei riflettori che negli anni Novanta l'hanno illuminata, in una Non è la Rai passata alla storia come solo sua.

«Si fatica a far passare qualcosa di nuovo», dice. «E' un ambiente, questo, che si chiude sempre in zone elitarie: sempre gli stessi attori. Io non vengo neanche chiamata ai provini. Soffro ancora il pregiudizio Non è la Rai: il mio nome è considerato da alcuni registi troppo difficile da gestire. Ma non è la Tv a essere un demone cattivo, sono le persone che la popolano a essere trash».

Nel film, ispirato a un racconto di Franco Lucentini, è la Marchesa, una prostituta che seduce Giuseppe Battiston, «il professore», quarantenne goffo, distratto, in una storia di due solitudini che si incontrano. «Mi è piaciuto subito il personaggio. Me ne capitano di rari, così interessanti», chiude con amarezza.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
lady 75 mesi fa

grandissima!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).