Luca e Paolo in Trilli e il Grande salvataggio: «Ilary non è la nostra Trilli»

26 ottobre 2010 
<p>Luca e Paolo in Trilli e il Grande salvataggio: «Ilary non è la
nostra Trilli»</p>

Guarda la gallery: Trilli e il Grande Salvataggio

Due iene che diventano folletti. Impossibile? Possibilissimo. Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, i due presentatori delle Iene Show, hanno prestato la voce a Clank e Blò Blò, due folletti pasticcioni compagni di avventure di Trilli nel terzo film di animazione appartenente alla saga dedicata alla fatina di Peter Pan. Il film si chiama Trilli e il Grande Salvataggio e uscirà in Italia il prossimo 3 novembre nei formati Blu-ray Disc e Dvd. Accanto a Luca e Paolo anche la cantante Syria che interpreta la canzone Mi hai insegnato a credere della colonna sonora.

Chi è Clank e chi è Blò Blò?
Paolo: « Io sono Clank e Luca Blò Blò».
Luca: «Ci tengo a sottolineare che come nella vita Clank, cioè Paolo, è quello "tonto" e pasticcione mentre Blò Blò, io, è quello simpatico, brillante, insomma, esattamente come nella realtà. Però entrambi aiutiamo la nostra Trilli a salvare il mondo delle fate».

E chi è la vostra Trilli? Ilary Blasi?
L: «Ilary chi? Ilary? Noi non conosciamo nessuna Ilary. Paolo tu conosci Ilary?»
P
: «No, assolutamente. Scherzi a parte, io una Trilli ce l'ho. È mia figlia. È una bimba di quasi 7 anni ed è proprio come Trilli: pura, spensierata e sognatrice».

Qual è il messaggio di questo film?
P: « Un messaggio di amicizia e solidarietà. C'è anche un forte messaggio per i papà. Questa storia invita i genitori ad ascoltare i propri figli, a tornare a credere alle "favole" e condividere i sogni con loro. Visto Luca? Io faccio anche il serio».

Qual è il vostro rapporto con la fantasia?
L: «E' un rapporto molto stretto. La comicità si basa sulla fantasia, che però non vuol dire improvvisazione. La comicità è come una formula matematica: ciò che fa ridere deve essere studiato. Provato e riprovato».
P: «Il rapporto più diretto con la fantasia me lo dà l'essere padre. È con mia figlia che gioco di più, immagino di più. Sia io che mia moglie vogliamo che lei cresca libera di sognare e di crearsi la sua personalità, ed è per questo che facciamo di tutto perché usi l'immaginazione. Poi, certo, anche il mio lavoro è uno strumento perfetto per esercitare la fantasia, ma come dice Luca fantasia non vuol dire improvvisazione».

Qual è il vostro cartone animato preferito?
P: «Il mio è da sempre gli Aristogatti»
L: « Il mio invece Le follie dell'imperatore»
P: «Solo perché lo abbiamo doppiato noi, vero?»
L: «Certo».

Guarda la gallery: Trilli e il Grande Salvataggio

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).