Sam Worthington e i titani in vetta al box office Usa

06 aprile 2010 
<p>Sam Worthington e i titani in vetta al box office Usa</p>

Tutto come previsto: Clash of the Titans, appena uscito, ha subito esordito in testa al box office americano conquistando 61.4 milioni di dollari nel primo week end di programmazione.

Girato in modo tradizionale e poi, in un secondo momento, adattato al 3D per sfruttare il fenomeno del momento, il peplum con Sam Worthington in versione Perseo non ha deluso le aspettative del colosso Warner Bros, che lo ha distribuito nelle sale Usa.

Al secondo posto, con 30.2 milioni di dollari, un fenomeno squisitamente americano: scritto, diretto e interpretato da Tyler Perry, Why did I get married too? Bissa il successo del precedente Why did I get married? (2007) e conferma il successo dell'attore, regista, autore e produttore (tra i più pagati di Hollywood) afroamericano.

Segue da vicino, scivolato in terza posizione, Dragon trainer, che porta a casa altri 29.2 milioni di dollari ma ha dovuto accontentarsi di una sola settimana al vertice del box office.

Al quarto posto ci sono le performance un po' deludenti (16.2 milioni) di The last song, con Miley Cyrus. Forse il fenomeno Hannah Montana andava cavalcato più in fretta, o forse un divo teen non garantisce automaticamente incassi stellari: anche il recente Remember me con Robert Pattinson aveva esordito al quarto posto.

Infine c'è Alice in Wonderland, brutalmente spinta in quinta posizione dall'impatto dei Titani, ma comunque in grado di portarsi a casa altri 8.3 milioni di dollari, totalizzandone quasi 310 dal suo esordio in sala.

Diverso il panorama in Italia, dove, patriotticamente, due dei primi tre film sono produzioni nazionali. In cima, il week end allungato dallo strascico di Pasquetta vede trionfare i fratelli Vanzina di La vita è una cosa meravigliosa, con Nancy Brilli, Enrico Brignano e Gigi Proietti, che ha guadagnato già oltre 2.3 milioni di euro.

Scende così in seconda posizione Dragon trainer, con 1.6 milioni di euro, seguito da Happy family di Gabriele Salvatores, che incassa poco meno di 1.4 milioni di euro. In quarta posizione resiste Alice in Wonderland: il film di Tim Burton, dopo l'exploit delle prime settimane, conquista un altro milione abbondante di euro e si appresta a raggiungere i 30 milioni di incasso complessivo.

Al quinto posto c'è infine Jim Carrey, la cui commedia Colpo di fulmine - Il mago della truffa debutta con oltre un milione di euro di incasso. Che sia per la nostalgia per la sua faccia di gomma o per la curiosità del bacio con Ewan McGregor non è dato saperlo. Ma è un fatto che trailer e locandina si sono ben guardati dal pubblicizzarlo.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).