David, 18 cose belle per Virzì

08 aprile 2010 
<p>David, 18 cose belle per Virzì</p>
PHOTO KIKA PRESS

Super Paolo Virzì. Al David di Donatello (gli Oscar italiani) il suo ultimo film, La prima cosa bella, fa il pieno di candidature: 18.

Le nomination, annunciate dallo storico presidente Gian Luigi Rondi, fanno prevedere, il prossimo 7 maggio all'Auditorium Conciliazione di Roma, una partita a cinque punte per le due statuette più ambite. Per miglior film e miglior regia in corsa c'è, infatti, anche L'uomo che verrà di Giorgio Diritti, con 16 candidature.

I tre favoriti della vigilia, Vincere di Marco Bellocchio, Baaria di Giuseppe Tornatore, Mine vaganti di Ferzan Ozpetek restano dietro. A quota 15, 14, 13 nomination.

Si contendono il titolo di migliori attori Antonio Albanese e Kim Ross Stuart, per l'interpretazione in Questione di cuore, Libero De Rienzo, per Fortapasc, Valerio Mastandrea, per La prima cosa bella e Filippo Timi per Vincere.

Per le migliori attrici, ci sono Micaela Ramazzotti e Stefania Sandrelli, per La prima cosa bella, Margherita Buy, per Lo spazio bianco, Giovanna Mezzogiorno, per Vincere e Greta Zuccheri Montanari, per L'uomo che verrà .

La Rai, trasmetterà in diretta la cerimonia di premiazione il 7 maggio su Raisat cinema alle 18,30 e in differita su Raiuno alle 23,20.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).