I film del week end, dall'ombra di Polanski alla Green Zone con Damon

09 aprile 2010 
<p>I film del week end, dall'ombra di Polanski alla Green Zone con
Damon</p>
PHOTO COURTESY OF O1 DISTRIBUTION

La sfida al botteghino questo week end si gioca tra il premio Oscar Roman Polanski (attualmente agli arresti domiciliari in Svizzera) e il regista della saga di Bourne, Paul Greengrass, tornato a lavorare con Matt Damon (reduce dal successo di Invictus) in Green Zone («Matt ormai sa cosa voglio, è un piacere vederlo improvvisare» ha detto a questo proposito a Vanity Fair n.14, Show p. 230). Nel film, che in America non ha ottenuto il successo sperato, Damon è un capitano dell'esercito americano impegnato a scovare le famigerate armi di distruzione di massa in Iraq.

È invece un thriller il nuovo lavoro di Polanski, L'uomo nell'ombra, dove Pierce Brosnan è un ex premier britannico che ingaggia un ghost writer ( Ewan McGregor) che si occupi della stesura della sua autobiografia. Lo scrittore si ritroverà invischiato in una rete di intrighi che metteranno a repentaglio la sua vita.

Doppio appuntamento, poi, con Amy Adams, protagonista sia della pellicola Sundance Sunshing Cleaning (del 2008), al fianco di Emily Blunt, sia della commedia romantica Una proposta per dire sì.

E altrettanto romantico, sebbene rocambolesco, è anche l'incontro tra Jennifer Aniston e Gerard Butler in Il cacciatore di ex.

Arriva finalmente sugli schermi italiani, segnando il debutto di Tucker nella distribuzione cinematografica, Departures, la pellicola nipponica sul violoncellista Daigo Kobayshi, diretta da Yojiro Takita, che l'anno scorso aveva vinto l'Oscar come miglior film straniero.

Umorismo yiddish per la commedia del regista belga Micha Wald, Simon Konianski, che racconta il ritorno a casa (del padre) di un trentacinquenne disoccupato e «progressista», in conflitto con il papà ebreo ultraortodosso.

Sul fronte italiano, esce il road-movie musicale di Rocco Papaleo Basilicata Coast to Coast, con Giovanna Mezzogiorno, Alessandro Grassman e, per la prima volta sul grande schermo, Max Gazzè, nei panni di un musicista «muto», come dichiarato dal neoattore questa settimana a Vanity Fair (Show, p. 234).

Dall' Isola dei Famosi alle sale cinematografiche, l'ex naufrago Luca Ward è il «papà» protagonista di Piazza Giochi, regia di Marco Costa.

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).