Sam Worthington: «Facevo film per fare sesso con attrici da schianto»

13 aprile 2010 
<p>Sam Worthington: «Facevo film per fare sesso con attrici da
schianto»</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Nella vita di Sam Worthington c'è un prima e un dopo. Il dopo è il divo di Avatar, il film di maggior successo della storia. Il prima era un muratore che si era ritrovato a recitare per un capriccio del caso, e che svogliatamente ne aveva tirato fuori una carriera.

Quando all'alba di un giorno del 2006, poco dopo il suo trentesimo compleanno, Sam Worthington si trascinò giù dal letto nella sua casa in affitto a Sydney, barcollò fino allo specchio, e si accigliò. Quello che vedeva non gli piaceva. La faccia, il suo strumento di attore, era la stessa da sempre. A disturbarlo era la persona che c'era dietro: un attore semifamoso in Australia e semisconosciuto altrove. Il tizio riflesso nello specchio non si era davvero guadagnato nulla: aveva semplicemente vivacchiato (…).

«Sto sprecando il mio tempo», ricorda di aver pensato dopo aver recitato in Somersault, accanto alla bionda Abbie Cornish. «Avrei dovuto investire, imparare, invece di accettare un personaggio solo perché, come in quel caso, significava fare scene di sesso con uno schianto di attrice».

Il resto della storia lo troverete sul n. 15 di Vanity Fair, domani in edicola

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).