Addio Scarpelli, padre della commedia italiana

28 aprile 2010 
<p>Addio Scarpelli, padre della commedia italiana</p>

«Respingere tutto ciò che è più retorica che sentimento»: lo diceva spiegando il suo lavoro di sceneggiatore (con Age, Agenore Incrocci, morto cinque anni fa) della Grande guerra di Mario Monicelli, anno 1959, con Vittorio Gassman e Alberto Sordi soldati controvoglia, un po' vigliacchi e un po' sbruffoni ma alla fine eroi.

Ma la frase di Furio Scarpelli, scomparso la scorsa notte a Roma a 90 anni (li ha compiuti il 16 dicembre), potrebbe essere applicata a tutto il suo cinema. Che è poi il grande cinema italiano. Il cinema di Totò negli anni Cinquanta, dei Soliti ignoti e dei Mostri al passaggio di decennio, e poi di Brancaleone alle crociate e di C'eravamo tanto amati, della Terrazza (che quest'anno festeggia i 30 anni) e di tanti film del miglior Ettore Scola.
In coppia a lungo con Age, e poi da solo, ha scritto commedie mai rassicuranti, tipi umani vagamente infami ma sempre così veri. L'aggettivo che più gli era alieno, e che invece è toccato a tanti autori del cinema italiano venuto in seguito, è «buonista». Niente retorica, come diceva lui.

Non per questo si era comunque ritirato. Negli ultimi anni, ha lavorato spesso con Virzì (fin da Ovosodo) e adesso, il 7 maggio, uscirà postumo il suo ultimo lavoro. È la supervisione alla sceneggiatura di Christine Cristina, film con cui Stefania Sandrelli, che Scarpelli aveva incontrato e raccontato nel 1964, con Sedotta e abbandonata di Pietro Germi, debutta alla regia. Film di cui firma la sceneggiatura anche Giacomo Scarpelli, il figlio che segue le orme di famiglia: di papà e di nonno Filiberto, fondatore del giornale umoristico Il travaso delle idee.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).