Carey Mulligan, da An Education a Millennium?

28 aprile 2010 
<p>Carey Mulligan, da <em>An Education</em> a
<em>Millennium</em>?</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Carey Mulligan è in trattative per diventare Lisbeth Salander nella versione hollywoodiana di Uomini che odiano le donne, la riduzione cinematografica made in Hollywood dell'omonimo libro tratto da Millennium, la trilogia culto di Stieg Larsson.

Dopo aver passato in rassegna circa 5 mila candidate, pare che il regista David Fincher e la famiglia del defunto scrittore svedese abbiano concordato che la Mulligan sia la più adatta al ruolo, ma la decisione non è ancora stata finalizzata.

La 24enne attrice inglese, che si è aggiudicata un premio Bafta e una nomination all'Oscar con la sua performance nel film An Education, non ha mai fatto mistero di aspirare alla parte. «Sono ossessionata da quei libri», aveva dichiarato in una recente intervista. «Mi piacerebbe farne un film. È inutile mentire a riguardo. Mi piacerebbe moltissimo interpretare Lisbeth Salander». Se la sua scelta sarà confermata, la Mulligan potrebbe incassare oltre 11 milioni di euro per i film tratti dalla trilogia, della quale il produttore statunitense Scott Rudin (Non è un Paese per vecchi, The Truman Show e The Queen) si è aggiudicato i diritti a Hollywood.

La riduzione cinematografica di Millennium è stata già girata in svedese con Noomi Rapace nel ruolo della Salander. Ma negli Stati Uniti la pellicola scandinava non ha avuto molto successo, forse a causa dei sottotitoli. La nuova versione per il pubblico americano sarà ambientata probabilmente in Canada e arriverà nei cinema solo dopo che la trasposizione cinematografica in Svezia di tutti e tre i libri, sarà stata completata. In Italia, l'ultimo episodio della saga uscirà il 28 maggio.

Intanto Creative Artists Agency (CAA), l'agenzia di Los Angeles che rappresenta la Mulligan, spinge a tutto campo per l'attrice. «Carey in An Education ha dimostrato di poter fare sia la dolce che la dura», ha detto un portavoce della CAA, sottolineando che «questo ruolo la renderà nota al grande pubblico».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).