BEST OF RAIMONDO VIANELLO TORMENTONI E GAG DEL CUORE

Raimondo Vianello. Pillole di umorismo

15 aprile 2010

Dalla parodia di Tarzan alla gag "Tito, tu t'ha ritinto il tetto" assieme a Ugo Tognazzi, una serie di battute e tormentoni divenuti classici della comicità italiana. Da riscoprire, votare e commentare
>> speciale: ADDIO, RAIMONDO!     >> gallery: VIANELLO. LA CARRIERA

Precedenti Successivi

Ma quanto è forte Tarzan!

1/6

Negli Anni Settanta il varietà Noi...no chiude ogni puntata con una sigla comica in cui Raimondo Vianello ribalta il tipo dell'eroe della giungla: il suo Tarzan incappa in inconvenienti di ogni possibile natura (da scontri con gli alberi a spine nella pianta del piede), manca regolarmente l'appuntamento con l'amore di Jane (Sandra Mondaini) e, più che richiami della giungla, emette grida di lamento.


La sigla-gag "cresce" una generazione come e più di quella della serie tv originale  e dei film con Johnny Weissmuller e il Tarzan di Raimondo Vianello diventa un classico pop, richiamato anche dai Tiromancino, al loro esordio musicale, per il videoclip "La descrizione di un attimo". Nei panni di Raimondo, però c'è Valerio Mastandrea.

    Condividi:
    • Twitter
    • Facebook
    • Delicious
    RISULTATI

    INTERESSANTI IN RETE

    Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
    Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).