Che cosa leggeremo, anteprime dal Book Expo America

31 maggio 2010 
<p>Che cosa leggeremo, anteprime dal Book Expo America</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

L'ALTRO TALENTO DI BARBRA STREISAND

È toccato a Barbra Streisand inaugurare il Book Expo America che si è svolto a New York la scorsa settimana (dal 25 al 27 maggio).
Il 16 novembre uscirà il suo primo libro, My Passion for Design, nel quale la sessantottenne cantante e attrice americana ha deciso di svelare un altro suo talento, quello per il design appunto. Il libro, illustrato con immagini delle sue case, racconta la sua vita attraverso le scelte d'arredamento. A partire da quando, giovanissima, divideva un piccolo appartamento a Brooklyn con la madre, il fratello e i nonni. «Non avevamo neppure un divano dove stare», ha ricordato, «soltanto le sedie della sala da pranzo».

 

PENNE ALL'ITALIANA

Si sa che all'estero permane una certa idea dell'Italia tutta pasta, anima e «core». Ma trovarsi nel mezzo di uno stereotipo fa sempre un certo effetto. Anche al Book Expo America, i libri degli italiani che hanno attirato più attenzione avevano per lo più a che fare con il cibo e i (buoni?) sentimenti.
Buddy Valastro
, che è anche un personaggio televisivo, ha presentato in anteprima il suo Cake Boss, sottotitolo: Stories and Recipies from Mia Famiglia, un libro di ricette e di ricordi che uscirà a novembre. Valastro ha raccontato che aveva solo 17 anni quando suo padre morì e lui ereditò la pasticceria di famiglia. «Non riuscivo a fare le sfogliatelle finché una notte mio padre mi è apparso in sogno e mi ha guidato passo passo nella preparazione. Il mattino dopo mi sono svegliato, sono andato in laboratorio ed ero capace». La «smorfia» in versione da mangiare.

 

IL RISCHIO PIRATERIA SECONDO TUROW

Scott Turow è apparso uno degli scrittori più preoccupati per il rischio pirateria connesso alla diffusione degli e-book. In un incontro intitolato Il valore del libro, ha «sgridato» gli editori dicendo: «Dovete fare un lavoro migliore di quanto abbiate fatto finora. Il rischio di pirateria dovrebbe essere in cima ai vostri pensieri». L'autore, che ha appena  pubblicato il sequel di Presunto innocente (Innocente, edito in Italia da Mondadori), ha anche criticato Amazon per la scelta di vendere contemporaneamente i libri in versione cartacea ed elettronica.

 

ABU DHABI TRA BOOK, SEX AND THE CITY

L'Abu Dhabi International Book Fair è stato uno degli ospiti più coccolati all'Expo di New York. Si tratta, in effetti, di una delle più importanti (se non la più importante)  fiera dell'editoria in lingua araba, già partner del Frankfurt Book Fair dal 2007. E il mercato dei libri arabo non è certo trascurabile, considerato che si parla di circa 300 milioni di possibili lettori, più o meno Europa e Stati Uniti messi insieme. Di come conquistarlo si è parlato in un seminario intitolato «Opportunità di business nel Medio Oriente per gli editori di lingua inglese». Tra i temi discussi, la scelta dei libri da proporre. Insomma, l'idea è quella di cercare di fare affari evitando gaffe. Il che fa pensare a Sex and the City 2, ambientato per buona parte proprio ad Abu Dhabi. Chissà se qualcuno della delegazione dell'Abu Dhabi International Book Fair è andato a vedere il film e che idea se n'è fatto.

 

PROSSIMAMENTE IN LIBRERIA (E SUL WEB)

Alcuni dei titoli annunciati al Book Expo America:
Kissinger on China di Henry Kissinger (Penguin), 16 novembre. L'ex segretario di Stato americano (ai tempi di Nixon, Ford e della guerra in Vietnam) racconta il suo punto di vista sulla Cina, attraverso considerazioni storiche politiche e ricordi personali, partendo dal passato per arrivare alla situazione attuale.

Extraordinary, Ordinary People di Condoleeza Rice (Crown), 12 ottobre. Altro segretario di Stato (durante la presidenza di Georhge W. Bush) e altro libro. Ma questa volta si tratta di ricordi personali, indietro nel tempo, fino a quando, per esempio, da bambina non le fu permesso di imparare a nuotare perché a Birmingham (Alabama) dove viveva, preferirono chiudere la piscina pubblica piuttosto che consentire ai neri di frequentarla.

Packing for Mars: The Curious Science of Life in the Void (Fare i bagagli per Marte. La strana scienza della vita nel vuoto) di Mary Roach (Norton), 2 agosto. Dopo essersi occupata di stranezze scientifiche nel campo dei cadaveri e del sesso, la giornalista torna con un saggio sulle curiosità connesse ai viaggi nello spazio.

Zero History di William Gibson (Putnam), 7 settembre. Lo scrittore di fantascienza, autore di Neuromante propone un nuovo romanzo nel quale tornano gli stessi personaggi dei suoi due libri precedenti: L'accademia dei sogni e Guerreros. L'ambientazione è quella post crisi finanziaria.

The Gift di James Patterson (Little, Brown and Company), 13 dicembre. Ormai Patterson manda in libreria così tanti titoli che una nuova uscita non fa quasi più notizia. Tant'è continua a entrare ai primi posti della classifica e probabilmente lo farà anche con questo libro, che è il sequel di Witch & Wizard e che fa parte della sua «linea di produzione» fantasy.

Reckless di Cornelia Funke  (Little, Brown and Company), 14 settembre. È diventata una delle più note scrittrici di libri per ragazzi con la serie Cuore d'inchiostro. In questo libro, la scrittrice americana di origini tedesche, si ispira ai fratelli Grimm. Reckless (che significa «temerario») è il nome del personaggio principale, fuggito in un modo parallelo di streghe, fate e gnomi.

Super Sad True Love Story di Gary Shteyngart (Random House), 27 luglio. Il secondo romanzo di Shteyngart, Asbsurdistan (pubblicato in Italia da Guanda), era stato un caso editoriale. E ci sono tutte le premesse perché questo terzo libro bissi il successo. Ambientato in un futuro che è stato definito «spaventoso come quello descritto da Cormac McCarthy in La strada), è una storia d'amore con riferimenti che vanno da Chekhov a Tolstoy.

Michael Jackson: The Making of Thriller. 4 Days/1983 di Douglas Kirkland (Filipacchi), 6 ottobre. Duecento foto inedite scattate da Kirkland sul set del video di Thriller, diretto da John Landis nel 1983.

Life di Keith Richards e James Fox (Little, Brown and Company), 26 ottobre, Nella sua prima autobiografia, il chitarrista dei Rolling Stones racconta tra le atre cose di avere avuto la passione dei libri prima di quella per la musica, e di aver pensato di voler diventare un libraio.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).