Arisa: «Più amore per tutti»

12 febbraio 2010 
<p>Arisa: «Più amore per tutti»</p>

Arisa ritorna al Festival di Sanremo, dopo il successo riscosso lo scorso anno, con il brano Malamorenò, scritto da Giuseppe Anastasi.
La cantante ama le atmosfere di ieri, swing e retrò; a darle man forte nel rivolgere questo sguardo al passato, sul palco con lei ci saranno Turbina, Mercuria e Scintilla, cioè il trio en travesti Le sorelle Marinetti.

Le polemiche sul 'ci è o ci fa' dello scorso anno le hanno dato fastidio?
«Mi hanno intristita perché il dubbio era espresso in negativo: pensavano lei non è così».

Voltiamo pagina: di cosa parla il brano Malamorenò?
«Propone atmosfere dixieland: amo molto le sonorità retrò, me le sento addosso. La canzone però parla del futuro. Io sono un'ecologista dell'amore, e nel testo abbino questi due temi».

Ci spiega meglio?
«La terra non resterà disabitata se capiamo da subito che dobbiamo amarci di più ed essere meno individualisti.
Chi crede nel cambiamento in futuro sarà ancora qui. Lo slogan per questo 2010 dovrebbe essere: produciamo più amore per tutti».

Come sarà il suo nuovo album?
«Innanzitutto, è stato fatto con tanta gratitudine per l'affetto che la gente mi ha dimostrato. Sostanzialmente le canzoni parlano di pace e di attaccamento alla vita. I testi sono educati e leggeri, i brani esprimono sonorità diverse ma il filo conduttore è classico, ci sono sempre molta atmosfera e molta poesia».

La musica per lei è…?
«La mia musica voglio che sia orecchiabile, piena di poesia, che comunichi dolcezza e parli di cose carine».

Quali sono le emozioni che la accompagnano nel percorso verso il suo secondo Festival?

«L'anno scorso scrivevo su un foglio bianco, quest'anno invece il foglio è già scritto. Dire che sono preoccupata è troppo, però vorrei non deludere e fare bella figura. L'importante è esserci e far sentire quello che si ha, poi si vince dopo».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).