Malika Ayane: «Io tra i favoriti a Sanremo?»

13 febbraio 2010 
<p>Malika Ayane: «Io tra i favoriti a Sanremo?»</p>

Caterina Caselli Sugar ha in mano un foglio, che recita: 'Cara Caterina, l'altra volta ti ho detto che la voce di Malika Ayane era carica di spezie, adesso vi aggiungo il calycanthus, che fiorisce d'inverno, un profumo che ti porta lontano. Ti abbraccio. Paolo'. E' un messaggio scritto in stampatello. La mano è quella di Paolo Conte, che già aveva regalato il brano Fandango a Malika (accento sulla i) Ayane per il suo primo album omonimo.
Il maestro Conte è ancora qui, anche nel nuovo disco di Malika, che verrà pubblicato il 19 febbraio, in pieno Festival di Sanremo. E non è il solo: hanno scritto con e per Malika (sgorgano interamente dalla sua penna i testi di due canzoni) anche Gino De Crescenzo Pacifico, Cesare Cremonini e Luca Gemma.

L'anno scorso si è presentata a Sanremo con il brano Come foglie, diventato poi un successo. Come affronta la sua seconda volta all'Ariston?
«Sono sicuramente meno agitata e più serena. Sanremo è una delle cose più divertenti da fare per un cantante».

Lo sa che la sua canzone, Ricomincio da qui, viene indicata tra le papabili per la vittoria?
«Su questo io faccio la vaga», dice con uno dei suoi bellissimi sorrisi, «L'importante è fare musica nel miglior modo possibile, che è poi quello che ci viene chiesto. La competizione passa in secondo piano. Io ancora non ho capito bene il regolamento».

Nella serata in cui dovrà reinterpretare il suo brano sanremese si esibirà con l'etoile della Scala Sabrina Brazzo: come le è nata l'idea?
«I nostri figli giocano insieme: ho conosciuto Sabrina a una festa di compleanno di un bambino, e mi è sembrata una bella idea».

Nel suo nuovo disco, Grovigli, canta due cover: una è La prima cosa bella di Nicola Di Bari, e l'altra è Chiamami adesso di Paolo Conte…
«La prima cosa bella è la canzone che accompagna i titoli di coda del nuovo film di Paolo Virzì (dal titolo omonimo), ed è un onore per me. La canzone di Paolo Conte mi aveva fatto piangere quando l'avevo sentita. Ho chiesto il permesso di fare la cover e Conte mi ha sorpreso regalandomi anche un altro inedito per il mio disco».

E poi c'è Just believe in love, un duetto con Cesare Cremonini, il suo attuale fidanzato. E' nato prima il lavoro insieme o l'amore?
«Pensavo che Cesare fosse uno straordinario autore, e gli ho chiesto di scrivere una canzone per me. Nel mentre, c'è stato qualche incidente di percorso: lavoro con Cremonini e sono fidanzata con Cesare».

Sua figlia l'accompagnerà a Sanremo?
«No, andrà in vacanza con papà. Per lei l'anno scorso è stato un bagno di sangue».

E Cesare?
«Non credo, anche perché sta lavorando al suo prossimo disco».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).