I Sonohra a Sanremo: «Temevamo l'esclusione con il nostro pezzo rock»

17 febbraio 2010 
<p>I Sonohra a Sanremo: «Temevamo l'esclusione con il nostro pezzo
rock»</p>

Troviamo i Sonohra che firmano autografi e si ritagliano un momento di relax tra un'intervista e l'altra. Chiediamo loro le impressioni sulla serata di ieri del Festival.

La vostra prima esibizione com'è stata rispetto alle prove?

«Ci ha preso molto, non è stato facile tenere a freno l'emozione. Siamo soddisfatti perché siamo riusciti a dare l'idea che volevamo, visto che con questo brano e con il nuovo disco ci siamo incamminati su un percorso un po' più rock rispetto a quello del nostro primo album. Stasera speriamo di fare meglio, controllando di più l'emozione».

Qual è il ricordo più forte che avete del vostro primo Festival, due anni fa?

«La stessa identica emozione di ieri, ma proprio la stessa. A questo palco non ci si abitua».

Avete un vostro rito scaramantico o portafortuna?

«No, nessuno. Certamente quando ci dicono che passeremo senza dubbio il turno pensiamo che potrebbe portare sfortuna e poniamo rimedio con i classici riti che tutti conosciamo», dicono ridendo.

Che consiglio dareste ai ragazzi che stasera e domani calcheranno il palco dell'Ariston per la prima volta?

«Non possiamo assolutamente dare consigli a ragazzi che hanno la nostra età, non siamo nella posizione per farlo».

Nemmeno parlando solo ed esclusivamente di Sanremo? In fondo, siete al secondo…

«Riguardo a Sanremo possiamo dire che è un gran casino! Secondo noi è meglio puntare di più sul proprio progetto discografico piuttosto che sulla gara: il Festival è una grande vetrina per chi ha, appunto, un progetto da presentare che va oltre la canzone di Sanremo».

C'è stata qualche esclusione dalla gara, ieri sera, che non si aspettava (gli esclusi in attesa di ripescaggio sono Toto Cutugno, Nino D'Angelo e Pupo, Emanuele Filiberto e Luca Canonici, nda)?

«Non abbiamo neanche avuto il tempo di pensare al meccanismo delle esclusioni, siamo arrivati al Festival senza un attimo di respiro perché abbiamo preparato l'album e siamo stati in promozione all'estero con il cd precedente. Però, onestamente, pensavamo di rientrare anche noi nella lista dei potenziali esclusi, perché presentiamo un brano un po' più rock rispetto al nostro solito. E invece no. Fino a stasera ci siamo».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
ERICA 74 mesi fa

ma perchè io trovo queste interviste "solo" 8 mesi dopo?!? >.< il brano come tutto il cd è più sul rock, ovviamente è pop...ma va verso quella strada. Basta ascoltarlo per capirlo ;)

Sonohrina96 76 mesi fa

-.-''' si il Brano è molto rock ed è bellissimo se nn ti è piaciuto potevi far meno di commentare no???? ts'k ù.ù Forza sonohra!!!

francescasca 82 mesi fa

ah sì, davvero molto rock! >.<

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).