Sanremo, Jessica Brando: «Non mi sento la mascotte del Festival»

18 febbraio 2010 
<p>Sanremo, Jessica Brando: «Non mi sento la mascotte del
Festival»</p>

Jessica Brando con i suoi 15 anni è la più giovane in assoluto fra tutti partecipanti del Festival. Ma non si considera la mascotte del cast.

Qual è lo stato d'animo di una ragazza della sua età prima del gran debutto?

«Sono terrorizzata, ero partita tranquilla e sicura ma adesso è tutto diverso. Però mi sto divertendo un sacco, tutto il contorno del Festival, interviste, foto, mi piace moltissimo».

Si sente la mascotte di Sanremo?

«No. E' vero che sono la più piccola ma io non ci faccio assolutamente caso».

Chi la accompagna al Festival?

«Mamma Francesca e la nonna».

Lei sarà vestita da D&G: ci dà qualche anticipazione sul suo look?

«Ho vari capi tra cui scegliere, vestiti, gonne e stivali bassi: i tacchi li tengo per la finale, se ci arriverò. Non sono abituata a portarli e mi sono dovuta esercitare a casa ogni giorno per imparare a camminarci».

Ieri che non ha cantato, ha sfruttato la giornata senza prove ed esibizione serale?

«In generale, riesco a trovare i miei spazi di libertà. Vista la mia età, al mattino mi lasciano dormire un po' di più, e comunque la mia tabella degli impegni prevede che io sia libera ogni sera alle 18. Esibizione a parte, è chiaro».

A chi telefonerà appena scesa dal palco? A papà, e poi?

«Subito dopo agli amici».

Ha gesti scaramantici pre-esibizione?

«Prima di cantare ascolto delle canzoni in un ordine preciso, per cui quel determinato brano deve stare prima dell'altro. Mi rilasso con i Muse, Frank Sinatra e anche con il Clair de lune di Debussy».

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).