Sanremo, Tony da X Factor al Festival con Mara Maionchi

18 febbraio 2010 
<p>Sanremo, Tony da X Factor al Festival con Mara Maionchi</p>

Tony, per lei Sanremo è più una festa o una gara?

«Una festa, anche se la gara c'è. Noi giovani però siamo tutti tranquilli, in fondo stiamo 'combattendo' per lo stesso obiettivo e quindi ci capiamo: per questo motivo la competizione non è esasperata. Poi, se qualcuno vuole la guerra, che guerra sia», commenta ridendo.

Come si è preparato fisicamente per affrontare l'impegno del Festival?

«Ho cercato di trovare tanta tranquillità. Sono andato spesso a correre perché scarica l'adrenalina, mi sono allenato in palestra, ho cercato di mangiare meno, ed è anche un po' di tempo che non fumo. Prometto che non riprenderò. Ho anche cercato di curare la voce. Fatto tutto questo, a poche ore dal debutto sono felice: dopo due anni di lavoro un traguardo importante come questo ci voleva».

Ha qualche gesto scaramantico che compirà nel backstage prima di salire sul palco?

«I gesti tipici napoletani antisfortuna. Indosso anche un braccialetto che mi porto dietro dai tempi di X Factor ma non ho scaramanzie particolari: credo nel destino, se va, va».

Appena scenderà dal palco telefonerà a qualcuno?

«Alla mia famiglia e agli amici. Alcuni di loro sono qui per darmi la carica, anche se al mio fianco ho Mara (Maionchi, nda) che mi dà tanta energia».

Come sarà il suo look?

«Sono contentissimo di vestire D&G, anche perché, come dice Mara, io sono una frana nello scegliere l'abbigliamento. Qui sarò sportivo ma elegante al tempo stesso, e non indosserò mai jeans».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).