Sanremo, Malika Ayane dopo la vittoria del premio della critica

21 febbraio 2010 
<p>Sanremo, Malika Ayane dopo la vittoria del premio della
critica</p>

Quali sono le sue primissime emozioni?

«Sono molto felice, anche se può sembrare diplomatico e retorico. Perdonate la presunzione, andare a Sanremo perché sia un'esperienza fine a se stessa è un po' riduttivo, come pensare che conti solo vincere. Io credo molto in questo brano e spero faccia da apripista al mio nuovo progetto».

Dedica a qualcuno questo riconoscimento?

«La vittoria vorrei dedicarla al mio team di lavoro».

L'orchestra alla sua esclusione ha buttato via gli spartiti…

«Sono mostruosamente orgogliosa che dal punto di vista musicale l'orchestra mi abbia considerato in maniera positiva, perché è stato un giudizio da musicisti a musicista».

Lei ha sperato di vincere?

«Ma neanche un minuto».

Crede che la sua musica sia davvero sofisticata come è stata definita?

«Non credo che esista una musica elitaria».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).