I Foreigner per la prima volta in Italia

25 febbraio 2010 
<p>I Foreigner per la prima volta in Italia</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

È la band che ha conquistato il mondo con delle hit che sono entrate di diritto nella storia del rock. Una su tutte? I want to know what love is, brano "coverizzato" da una miriade di artisti, ma sono davvero tanti i pezzi che li hanno aiutati a vendere oltre 65 milioni di album nel mondo. Ora è finalmente giunta la prima volta dei Foreigner in Italia, con un'unica data - l'11 Aprile all'Alcatraz di Milano.
L'evento coincide anche con l'uscita - a quindici anni dal precedente - di un nuovo disco di inediti, Can't slow down.
Come suggerisce il titolo, la band non riesce a rallentare, anzi rilancia con uno spettacolo che prevede in scaletta tutte le hit e tante sorprese, quasi a dimostrare che ha ancora molto da dire.
Sul palco, insieme al leader, il chitarrista solista - nonché fondatore - Mick Jones (per la cronaca, è il patrigno di Mark Ronson), ci saranno: Kelly Hansen (in passato leader degli Hurricane) alla voce, il polistrumentista Tom Gimbel, che per molti anni ha fatto parte degli Aerosmith nei loro live, alla chitarra, al sax e al flauto traverso, infine il tastierista Micheal Bluestein, Jeff Pilson (ex Dokken) al basso e Brian Tichy alla batteria.

INFO www.barleyarts.com

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).