Amy MacDonald: «Il mio nuovo album? Un arcobaleno»

01 marzo 2010 
<p>Amy MacDonald: «Il mio nuovo album? Un arcobaleno»</p>

Negli ultimi tre anni la vita di Amy MacDonald è stata travolta dal successo.
Era solo diciannovenne quando il suo debut album This is the Life ha iniziato la scalata delle classifiche e la relativa title-track è diventata una hit mondiale; poi sono arrivati anche i grandi palcoscenici e i premi prestigiosi.
Ora Amy ha ventidue anni e ha fatto tesoro delle tante esperienze accumulate, che ha incastonato come pietre preziose nelle canzoni del suo nuovo album A Curious Thing, la cui uscita è prevista per la Festa della donna (8 marzo).

Che rapporto ha con il successo conquistato in questi tre anni?
«Per me rappresenta una possibilità, di continuare a fare questo lavoro, ma anche di girare il mondo e di incontrare le persone e quindi le future trame delle mie canzoni».

Com'è nato A Curious Thing?
«In compagnia della mia chitarra acustica, progressivamente, in maniera molto naturale, facendomi trainare dalle emozioni ma soprattutto dalla vita, dallo scorrere degli eventi attorno a me».

Come definisce A Curious Thing?
«Un album romantico, che rispecchia il momento particolarmente felice che sto vivendo».

Una storia d'amore?
«Mi sono fidanzata. Lui non fa parte dello showbiz, gioca in una squadra di football, ma è felice che io faccia musica».

Che colore esprime questo album? Il precedente era abbastanza cupo, blu. Questo può dirsi rosa?
«Non proprio. Qui ogni canzone ha una sua tonalità, A curios thing è un arcobaleno».

Quando non è in promozione o in tour che cosa fa?
«Torno a casa dalla mia famiglia, a casa mia, dove conduco una vita normale. Mi piace andare molto semplicemente al cinema, stare con gli amici».

Qui non ha ancora subito il fascino della metropoli, di Londra...
«Ci vado per lavoro, ma non ho mai pensato di trasferirmici: è troppo grande per me».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).