I Green Day e le Spice Girls diventano un musical

12 marzo 2010 
<p>I Green Day e le Spice Girls diventano un musical</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Le star della musica fanno rotta verso Broadway, dai Green Day alle Spice Girls è tutto un affollamento di progetti a proposito di musical da portare sui palcoscenici dei teatri newyorkesi, ma non solamente quelli. Sarà per la crisi della discografia o per l'urgente bisogno di far apparire il proprio nome in ogni modo, ma il numero dei personaggi noti che decidono di intraprendere la via del musical è in costante aumento.

Tra gli ultimi progetti arrivati sulle pagine delle cronache musicali di mezzo mondo, c'è quello della formazione pop-punk dei Green Day. L'idea del gruppo di Billie Joe Armstrong e soci è quello di portare sulle scene di Broadway il loro musical Ameridan Idiot, ispirato all'omonimo album che la band californiana ha dato alle stampe ormai qualche anno fa. L'obiettivo dei palchi newyorkesi, i tre hanno cominciato a porselo dopo il successo che lo spettacolo ha fatto registrare in occasione del debutto al più modesto Berkley Repertory Theatre lo scorso autunno.

Il terzetto californiano, non è però il solo ad avere avuto un'idea del genere. Con tutt'altro tipo di musica, è ormai realtà anche il musical dedicato alle Spice Girls, del quale a lungo si è parlato ma che ora sembrerebbe ufficialmente in arrivo. Il versante teatrale, in questo caso, è quello londinese del West End, dove il musical, che dovrebbe chiamarsi Viva Forever, potrebbe arrivare a breve. La produzione, come hanno rivelato nelle scorse settimane direttamente le Spice, è stata affidata a Judy Craymer, la stessa produttrice di Mamma Mia!, dettaglio che fa pensare alla decisionedi fare le cose in grande.

Dal pop tutto lustrini al rock più arrabbiato e spettacolare, anche Alice Cooper pare intenzionato a mettere i piedi su qualche palcoscenico alle prese con un musical. Famoso per i suoi concerti con tanto di show al confine tra l'hard rock e l'horror, con sangue (rigorosamente finto) in abbondanza e scene truculente varie, il cantante statunitense, sessantadue anni e tra i più chiacchierati della "vecchia scuola" rock, ha annunciato di essere in contatto con una manciata di addetti ai lavori per mettere le mani su un suo album degli anni settanta, Welcome To My Nightmare e adattarlo alla forma dei musical.

Dal versante della musica folk rock statunitense viene invece il nome di John Mellencamp, menestrello a stelle e strisce di Uh-Huh, singolo mattatore in classifica negli anni Ottanta e che ora ha deciso di unire le forze a quelle del noto Stephen King. Musicista e regista, sono al lavoro su Ghost Brothers of Darkland Country, musical che debutterà ad Atlanta il prossimo mese di settembre. Per l'occasione, King ha scritto la sceneggiatura, mentre Mellencamp ha pensato a quindici brani inediti, gli stessi che finiranno anche in un suo nuovo album di prossima pubblicazione.

Per finire, altri due nomi chiacchierati a proposito di Musical. Il primo è quello degli U2, o meglio, parte della band irlandese, Bono e il chitarrista The Edge, da tempo al lavoro sulla colonna sonora di un musical dedicato all'Uomo Ragno, al suo debutto a Broadway il 30 marzo, all'Hilton Theatre di New York, con il titolo di Spider Man, Turn Off The Dark. Smentita, invece, la notizia secondo la quale anche Alex Capranos dei Franz Ferdinand si sarebbe messo al lavoro su un musical. Il cantante, nei giorni scorsi, ha testualmente dichiarato: "non scriverò nessun maledetto musical".

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).