Oasis, la telenovela continua

30 marzo 2010 
<p>Oasis, la telenovela continua</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Più che la storia di un gruppo, una vera e propria epopea al sapore brit-pop, quella degli Oasis, o meglio degli ex Oasis, sui quali continuano a rincorrersi notizie e smentite a proposito dei progetti per il futuro più prossimo. Dopo la burrascosa separazione dello scorso agosto, scoppiata da un giorno all'altro cogliendo tutti di sorpresa, o quasi, nella calura estiva e proprio prima di un concerto su un palco italiano (quello all'I-Day Festival di Milano), dei due litigiosi fratelli Gallagher se ne sono sentite di ogni tipo.

Lo scioglimento. Riassumere a grandi linee quello che  successo dalla scorsa estate ad oggi richiede più di qualche passaggio. Il gruppo di Manchester, dopo quindici anni di popolarità, a partire da quel (What's the Story) Morning Glory? Del 1995, il loro secondo album, e una lunga serie di successi che ne hanno fatto una delle band più popolari al mondo, oltre che punto di riferimento del genere brit-pop, si è sciolto a causa dell'ennesima lite tra i due fratelli Noel e Liam, ovvero mente e compositore principale del gruppo l'uno, che ha voluto prendere le distanze dal fratello, e voce l'altro.

L'antefatto. Nei giorni, e nei mesi, successivi alla notizia, i due hanno cominciato a sbilanciarsi con dichiarazioni di ogni sorta. Una versione ufficiale sull'accaduto non è mai arrivata, anche se alcune voci, mai confermate, si sono diffuse qualche tempo dopo, grazie alla soffiata di qualcuno dello staff degli Oasis: secondo il racconto, pochi minuti prima di un concerto parigino, uno dei due (Noel?) avrebbe criticato il modo di suonare dell'altro (Liam?), scatenando una reazione a base di chitarre mandate in frantumi e l'abbandono del backstage da parte del primo dei due, il fratello più grande.

Liam oggi. Dopo l'annuncio ufficiale da parte di Noel a proposito della sua fuoriuscita dal gruppo, Liam, 37 anni, aveva chiarito l'intenzione di proseguire senza il fratello ma assieme al resto della band. La prima versione è stata quella di un futuro del gruppo come Oasis 2.0, ma ora Liam sembra averci ripensato. Il nome, ha fatto sapere qualche settimana fa, sarà annunciato solo quando lui e gli altri ex Oasis, Gem Archer, Andy Bell e Chris Sharrock, saranno tornati in studio per lavorare su nuove canzoni, cosa che dovrebbe accadere proprio in questi giorni. L'uscita di un album era stata prevista per la prossima estate, salvo poi essere posticipata a data incerta.

Noel oggi. Anche l'altro fratello non è rimasto con le mani in mano dopo la separazione. Il più grande dei due Gallagher, 43 anni, ha dichiarato di avere già pronta una manciata di nuove canzoni per il suo debutto da solista. Per il momento, però, nessuna anticipazione a proposito di modi e tempi di pubblicazione. Nel frattempo, la prima apparizione pubblica di Noel dopo i fatti di agosto, è stata quella di qualche sera fa a Londra, sul palco della Royal Albert Hall, in occasione dell'evento benefico Teenage Cancer Trust, dove si è presentato accompagnato dal Crouch End Festival Choir e dall'ex compagno Gem Archer, per suonare qualche successo targato Oasis.

Tags:
Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).