Erykah Badu, difficile capirla, facile ascoltarla

01 aprile 2010 
<p>Erykah Badu, difficile capirla, facile ascoltarla</p>
PHOTO KIKA PRESS

Difficile capirla, Erykah Badu. Molto più facile ascoltarla, visto che il suo nuovo cd New Amerykah part two: return of the ankh è un piccolo capolavoro dell'r&b più contaminato. Oppure basta guardare il video del singolo Window seat, di cui sta parlando mezzo mondo. Lei è a Dallas, la sua città. Cammina su di una strada famosa, quella sulla quale è stato ucciso John Fitzgerald Kennedy nel 1963: si spoglia lentamente, prima rimane in reggiseno e slip, poi completamente nuda (nella foto: ha 39 anni e non li dimostra). E infine cade colpita da un proiettile. Il sangue le esce dalla testa, è blu e forma la parola "groupthink", che sostanzialmente significa cervelli all'ammasso. In fondo, Erykah Badu è una persona libera e lo dimostra fin dal 1997 quando pubblicò il cd Baduism e sfondò dappertutto con quello che allora qualcuno chiamò Nu soul. A chi critica il suo nuovo video, ora risponde in modo pressoché incomprensibile: «Ha un significato di liberazione da strati e strati di pelle o di demoni che sono di ostacolo alla propria crescita, libertà o evoluzione». Lei non si è mai fatta mancare niente. Da Andre 3000 degli Outkast ha avuto un bellissimo bambino che si chiama Seven Sirius. Con il rapper The D.O.C. ha dato alla luce sei anni fa Puma Sabti. Ha recitato (ad esempio Blues Brothers 2000). E ha fondato una ong, la Beautiful Love Incorporated. Insomma, lei dice che «l'arte è la mia religione», ma forse sbaglia: la sua religione è la libertà. Fa tutto quello che vuole. E anche nel nuovo cd sbatte dentro quello che le passa per la testa, dalle ballate come Out my mind, just in time fino agli scherzetti come Turn me away (Get MuNNY) o alle sessioni improvvisate come You loving me. Il tutto mescolando soul e r&b e persino jazz con una voce sottile e insinuante che arriva direttamente dagli anni Settanta. Ecco, al di là della musica, questo è Erykah Badu: un'extraterrestre che sbarca da un altro pianeta, e non si sa quale sia. Ma porta una musica così bella che piace anche a noi umani, tutti e nessuno escluso.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).