Al cinema l'ultima festa di DJ AM

28 aprile 2010 
<p>Al cinema l'ultima festa di DJ AM</p>
PHOTO SPLASH NEWS

Con la sua scomparsa improvvisa lo scorso 28 agosto 2009, il dj e producer Adam Goldstein aveva sconvolto il mondo dello spettacolo.
Sopravvissuto a un terribile incidente aereo nel 2008, DJ AM, questo il nome d'arte, ex tossicomane in prima fila nella lotta alle dipendenze, si spegneva proprio per overdose di farmaci e sostanze stupefacenti.

Ora il regista di Iron man Jon Favreau, gli dedica il secondo episodio della saga: Adam vi compare in un cameo, nel ruolo di se stesso, al centro della festa, al centro del palco, con il suo portatile con logo adesivo (in stile AC/DC, band al centro della colonna sonora) e, sulle note di California love, con quell'energia che usciva dal suo mixer e che lo aveva portato negli anni a collaborare con Madonna, Blink 182 e Will Smith, ad animare i party di Tom Cruise e Leo di Caprio, e, in ultimo, a rimanere sul set di Iron man 2, non un giorno, come inizialmente preventivato, ma un'intera settimana.

La scena era in forse - c'era chi considerava l'uscita postuma di cattivo gusto - ma alla fine è rimasta: «E' un omaggio rispettoso che chi ha conosciuto Adam apprezzerà. Ho voluto DJ AM nel film in quanto suo fan - ha spiegato Favreau - quando si fermò oltre il giorno di rirpese che gli spettava, scoprii che sapeva essere d'ispirazione, dobbiamo molto alla sua grande energia».
In un film d'azione come Iron man 2 la scena passa veloce, quasi si perde, ma a chi ricorda il dj dei vip non può non scappare un momento di commozione.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).