Emma Marrone di Amici 9: «Io, ex commessa che si sballa con il vino»

07 giugno 2010 
<p>Emma Marrone di <em>Amici 9</em>: «Io, ex commessa che si sballa
con il vino»</p>
PHOTO KIKA PRESS

Ventisei anni, pugliese (è nata a Firenze, ma ha sempre vissuto ad Aradeo, in provincia di Lecce), Emma Marrone, la vincitrice della nona edizione di Amici, il 13 giugno darà il via da Bari alla sua prima tournée, che ha chiamato Ahi ce sta passu Tour. In tutta Italia, per applaudirla, l'aspettano i 150 mila acquirenti del suo mini disco Oltre, fra i più venduti dell'anno. E quest'estate, ogni tanto, farà anche qualche apparizione al tour di Amici, al via il prossimo 20 giugno da Verona (info: www.mariadefilippi.mediaset.it).

Che cosa vuol dire Ahi ce sta passu?

«Che cosa sto passando. È un modo di dire pugliese che ha un significato sia positivo sia negativo. Lo dicevo sempre in trasmissione. Fuori, per chi mi seguiva, è diventato un cult».


Da Berlusconi a Borriello va di moda attaccare Roberto Saviano: che cosa ne pensa?

«Non capisco perché lo facciano. Fa cattiva pubblicità all'Italia perché parla dei problemi che ci sono? Lo sanno tutti come gira questo Paese... C'è gente che si trova proprietaria di una casa di fronte al Colosseo e non sa dire come possa essere successo. A queste persone vorrei chiedere come hanno fatto: io a Roma sto cercando un appartamento, ma non riesco a trovarlo...».


Ha mai fumato uno spinello?

«Sì, certo. Lo sanno anche i miei genitori. Con gli amici ho consumato erba coltivata in maniera naturale, chi si rovina sono quelli che si fanno di coca e "paste". Adesso ho smesso, però, il mio sballo migliore è con un buon bicchiere di vino».


Ha lavorato per anni come commessa: in quali negozi?

«Gli ultimi tre anni li ho passati in un negozio di abbigliamento. Prima, per sei mesi, ho venduto scarpe, e prima ancora profumi in un centro commerciale. Dopo il mio primo talent show, a cui ho partecipato dopo il diploma, ho fatto un anno di servizio civile: per 400 euro al mese assistevo gli anziani a casa. Pagavo le bollette, facevo la spesa, buttavo la spazzatura. E se bisognava pulirli e vestirli, non mi tiravo indietro».

L'intervista completa la trovate sul numero 23 di Vanity Fair, in edicola il 9 giugno.

Emma Marrone parte in tour

Emma Marrone, all'indomani della vittoria di Amici: «I 200 mila euro li darò al mio papà»

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
DILETTA 53 mesi fa

complimenti al giornalista!!! ma si vergogni ! la libertà di stampa è d'obbligo sempre????

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).